Coronato il trionfo del Parlamento della Legalità Internazionale

0
1046

Monreale (PA) – Coronato il trionfo del Parlamento della Legalità Internazionale. «Realmente un fiume in piena di bambini, adolescenti, giovani, docenti, genitori, musicisti, imprenditori, esponenti del sindacato e del campo della medicina, uomini delle forze dell’ordine, del settore del volontariato e di quello ecclesiale. Tantissimi, ma proprio molti arrivati da Firenze, Venezia, Roma, dalla Basilicata, dalla Campania, dalla Puglia, e tanti ancora dalle diverse province (anche se una volta erano tali) della Sicilia. Il Parlamento della Legalità Internazionale trionfa e con lui tutti i suoi componenti con a capo Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco rispettivamente presidente e vice presidente di questo movimento che registra tante adesioni non ultima quella del Questore di Palermo Renato Cortese e del Generale di Brigata Regione Sicilia Claudio Minghetti entrambi nominati “Soci Onorari” del Parlamento della Legalità Internazionale con la consegna da parte dell’Arcivescovo di Monreale Mons. Michele Pennisi della pergamena controfirmata da Nicolò Mannino e da Mons. Pennisi. Contento l’Arcivescovo di Monreale che non perde mai l’occasione per citare e ringraziare il bene che fa il Parlamento della Legalità Internazionale nel campo della cultura e della formazione dei giovani. Due giorni di ascolto, confronto, dialogo, musica, pure il Corteo Storico “Guglielmo I” curato dall’Associazione TE.M.A. e la partecipazione della splendida corale “Pontis Mariae” di Partinico coordinata e diretta dal maestro Toni Caronna che ha eseguito un repertorio “mariano” e poi animato la Liturgia della Parola a conclusione del convegno. Tantissime le scuole della provincia di Palermo presenti, come pure dirigenti scolastici della Campania pronti a insediare le “Ambasciate del Parlamento della Legalità Internazionale” in terra di camorra. L’Arcivescovo di Monreale ha tuonato forte contro ogni forma di violenza e di mafia ricordando con semplicità e incisività il suo “amico” Pino Puglisi richiamando la scomunica di tutti coloro che essendo mafiosi non si convertono e non lo fanno con gesti concreti di pentimento. Non è coincidenza che Nicolò Mannino a Salvatore Sardisco hanno fatto coincidere il primo convegno nazionale del Parlamento della Legalità Internazionale con il quarantacinquesimo anniversario di sacerdozio di Mons. Michele Pennisi. Attimi di pura commozione quando la corale “Pontis Mariae” diretta dal maestro Toni Caronna, a quattro voci hanno e seguito il brano liturgico “Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa”. Non vi è ombra di dubbio: In questo clima e con questi presupposti il Parlamento della Legalità Internazionale ha tracciato un solco chiaro a favore di una cultura di vita ancorata alla “Roccia” che è Cristo, vero autore di ogni linguaggio di riscatto e di bellezza . “Questa folla ci sprona ad andare avanti proprio perché i veri “pezzi grossi” sono i bambini, gli adolescenti, i giovani, il presente che avanza e chiede verità e giustizia”. Applaudito il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la presenza dell’On. Renata Polverini, vice presidente della XI Commissione (lavoro pubblico e privato) della Camera dei Deputati.  All’indirizzo del Parlamento della Legalità Internazionale anche il messaggio del Presidente del Senato Pietro Grasso, del Ministro degli Esteri Angelino Alfano, del Ministro della Sanità Beatrice Lorenzin, del Sottosegretario di Stato del Ministero della Difesa, Domenico Rossi, del Sottosegretario di Stato del Ministero della Giustizia Cosimo Ferri, a quello dei Vescovi delle diocesi di Castellaneta, Noto e Caltagirone.  Dire che questo Convegno è stato un successo è veramente poco e riduttivo. Ottima organizzazione dell’equipe di hostess e segreteria coordinata dalla “brava e professionale” Helga Guardì con la collaborazione di tante famiglie e giovane ragazze preparate e spigliate.  Gradita la presenza dell’attore del fortunato film “Scusa ma ti chiamo amore” Francesco Apolloni e del giovane Alessio Arzilli, giovane promessa del teatro, premiati dal presidente di commissione l’avvocato Domenico Tramontana (uomo di grande cultura e di spiccato senso di solidarietà) per il loro talento artistico culturale messo a disposizione per un inno alla vita e a tutto ciò che sa di “Vita”. “Arrivederci a Montecitorio – conclude abbracciando tutti Salvatore Sardisco – dove lì presenteremo le linee guida del prossimo progetto formativo culturale in vista del XXV Anniversario dell’uccisione del Beato P. Pino Puglisi. Titolo del Progetto “Come in un chicco di grano”.  A Roma saranno presentati i nuovi coordinatori del Parlamento della Legalità Internazionale (nomina che viene rinnovata e firmata annualmente) e verrà fuori il quadro panoramico di quanto già detto in questo convegno.  Mons. Michele Pennisi, a tratti commosso ma felice, benedice tutti affidando ancora una volta il Parlamento della Legalità Internazionale a “Maria, Stella del Mattino”, perché guidi e protegga il cammino di spiritualità e di cultura della vita di questo meraviglioso movimento dove, è chiarissimo e si è visto, i “pezzi grossi” sono i bambini e i giovani. E questo vuol dire essere “Coerentemente Liberi” come lo slogan del Convegno».

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo