Helga Guardì, donna manager nel Parlamento della Legalità Internazionale

0
897

 

 

Monreale (PA) – Helga Guardì, donna manager nel Parlamento dellaLegalità Internazionale. «Professionalità, bravura, senso organizzativo e serietà nel lavoro fanno di lei un valido punto di riferimento in casa Parlamento della Legalità Internazionale. Stiamo parlando di Helga Guardì, la stessa donna manager che ha coordinato l’equipe di segreteria del primo convegno nazionale di questo movimento culturale che ha visto la partecipazione di tantissimi amici arrivare da tutte le parti d’Italia. Una squadra di segreteria ben organizzata, con hostess che accompagnavano i convegnisti omaggiando la cartella dei lavori. Accoglienza al meglio come pure la sistemazione dei tavoli dell’accoglienza e l’omaggio dei fiori alle donne che hanno dato voce al Concerto Mariano diretto dal maestro Toni Caronna. Helga Guardì, grande manager sì ma principalmente mamma attenta e premurosa che sottolinea: “I nostri figli hanno bisogno di modelli comportamentali forti e figure simbolo che li inducono ad amare la vita e ad essere protagonisti del loro presente. Noi genitori abbiamo la vocazione e il compito di guidarli più che con le parole con l’esempio e offrire loro l’opportunità di crescere con valori sani e forti”. Insegnate nelle scuole primarie Helga Guardì ha già vissuto l’esperienza tra i banchi di scuola con i “suoi” – come li chiama lei – gioielli (i bambini) e da loro ha ricevuto tanto affetto e tanta ammirazione, il tutto controfirmato dai genitori dei piccoli campioni. “Diamo sempre il meglio di noi – conclude Helga Guardì – e la nostra vita sarà un inno di gioia per chi ci sta accanto e crede nella logica dell’altruismo in una cultura di solidarietà e di pace”».

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo