L’illegalità si sconfigge con un movimento antimafia sociale

0
260

 

Ragusa – La recente operazione delle forze dell’ordine , su disposizioni della Procura Distrettuale antimafia di Catania, ha ulteriormente confermato l’esistenza di sodalizi criminali legati alle attività che si svolgono   attorno al mercato ortofrutticolo di Vittoria.

 I numerosi arresti e le indicazioni pervenute dalle vittime , se confermati in sede processuale, aggiungono un ulteriore tassello ad un contesto di illegalità e criminalità organizzata più volte denunciate dalla società civile, dalle istituzioni, dalle organizzazioni di categoria e anche da Sinistra Italiana con iniziative parlamentari.

La federazione di Ragusa di Sinistra Italiana  ritiene che non basta soltanto esprimere piena solidarietà alle Forze dell’Ordine e alla Magistratura. La battaglia contro le organizzazioni criminali non può essere demandata soltanto “ agli addetti ai lavori” ma deve potersi sviluppare , a Vittoria come in tutta la provincia, in  un movimento per così dire di “antimafia sociale” che coinvolga cittadini, imprese sane, mondo della cultura e delle professioni e le organizzazioni di categoria.

In questo contesto al contrasto contro i gruppi intimidatori,  violenti e armati si deve affiancare sempre più l’azione investigativa e repressiva verso quell’area grigia che rappresenta “la terra di mezzo” tra la malavita organizzata e spezzoni dell’economia formalmente legale. Senza l’ausilio di alcune  professionalità specifiche (consulenti, commercialisti, legali, notai, banche, ecc.)difficilmente le bande armate possono riciclare i proventi illeciti in attività economiche apparentemente “pulite”. La nuova frontiera della lotta alla mafia quindi deve svilupparsi con eguale intensità e determinazione verso i gruppi “in doppio petto” che sotto una veste di rispettabilità offrono preziose collaborazioni professionali che spesso sconfinano nella  contiguità. Una maggiore attenzione e vigilanza nel rigido rispetto dell’etica professionale certamente può consentire maggiore efficacia nello smantellamento di un sistema criminale integrato  che per quanto riguarda Vittoria appare ben strutturato.