0
18

Campagna per la sensibilizzazione contro il femminicidio, la violenza di genere e la prevenzione del disagio giovanile

Il camper della Ppolizia di Stato mercoledi’ al nautico “Gioeni Trabia’”

Palermo#questononèamore. La Polizia di Stato ha avviato una terza fase del progetto “Camper” #questononèamore, volto a sensibilizzare le coscienze contro il femminicidio e la violenza di genere.

Siamo liberi solo nel momento in cui ogni azione all’interno di un rapporto di coppia non subisce né intimidazioni né violenze di alcunchè siano verbali sia no fisiche. E’ assodato che nel rapporto di coppia si assiste ad una involuzione culturale ma anche sociale in cui i ruoli vengono dettati dalla prepotenza di genere ed in cui l’amore si trasforma in possesso del partner considerato come una cosa a cui si può fare di tutto:dalle violenze verbali – non per questo meno pericolose perchè lasciano altre tracce inbdelibili che non si vedono – a quelle fisiche che portano all’omicidio. Esiste anche una forma di povertà intelletuale che non fa’ rendere conto della gravità di ciò che si è fatto all’altra persona e che si pensa di potere cancellarle con delle semplici scuse rivolte ai parenti della persona uccisa. Questo è un atteggiamento involutivo molto grave al quale la società deve

La postazione al Politeama

immediatamente porre rimedio sia intervenendo culturalmente sia usando la repressione. Il valore della vita dipende da uno stato d’animo del momento che può annullarla;e questo,purtroppo sta avvenendo troppo spesso. Il ruolo delle Forze dell’Ordine contribuisce in questo caso è sociale e quindi di aiuto per tutti coloro che credono di non avere bisogno del loro aiutoma, conoscere ed essere informati sui pericoli previene gli stessi prima che questi possano accadere.

Come già avvenuto nella precedente stagione, a cadenza settimanale, una postazione mobile della Polizia di Stato raggiungerà, secondo una calendarizzazione già stabilita, istituti scolastici palermitani e luoghi di aggregazione giovanile.

Mercoledì 15 il camper sarà presente presso l’ Istituto Nautico “Gioeni Trabia”, corso Vittorio Emanuele 27.

A bordo sono presenti operatori qualificati provenienti dalla Sezione “Reati sessuali ed in danno di minori” della Squadra Mobile, dalla Divisione Anticrimine, dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, medici della Polizia di Stato, operatori della Polizia Postale e delle Telecomunicazioni, personale della rete antiviolenza, operatori psicopedagogici del progetto contro la dispersione scolastica che dialogheranno con studenti e docenti, in ordine alle modalità di tutela e di “richiesta d’aiuto”, nel caso si fosse vittima o testimone di maltrattamenti.

Il disagio causato dalla violenza di genere e quello più tipicamente giovanile che può sfociare in atti di bullismo, hanno una comuna radice in un male oscuro che, spesso, paralizza la vittima e ne impedisce la denuncia.

La Polizia di Stato, nel corso dell’iniziativa descritta, vuole agire anche in relazione a questo drammatico fenomeno, per la prevenzione di malesseri adolescenziali, attraverso l’avvio di un nuovo progetto denominato “Blue Box”. Nei pressi del camper sarà collocata, quindi, una scatola blu dove, in forma anonima, sarà possibile segnalare episodi di disagio adolescenziale, legati alla vulnerabilità giovanile ed al dolore psicologico.

Questo il calendario dei prossimi eventi:

  • Mercoledì 22, giovedì 23 e venerdì 24 Novembre – Cittadella Universitaria, viale delle Scienze, in occasione degli eventi previsti per la ricorrenza della “giornata Internazionale contro la violenza sulle donne”.

  • Martedì 28 Novembre – Istituto Comprensivo “M. Buonarroti”, via Tembien 1.

Tonino Pitarresi