Palermo: il suo volto nascosto

0
565

 

Palermo – Può succedere durante una bella passeggiata per il centro storico di Palermo, ammirando i beni culturali ereditati, di poter anche assistere ad una di queste scene. Una scena che racconta una Palermo un po’ diversa e anche nascosta,  lontana  dai riflettori  come quelli di Dolce e Gabbana.

Palermo così come in tante altre città esistono tanti che vivono per strada tra cartoni e coperte, a volte qualcuno  decide di vivere in questo modo, altri sono “barboni”, emarginati, esclusi dalla società, o chi ha perso il lavoro; o chi si è allontanato dalle proprie famiglie. 

Spesso angoli semi nascosti lontani da occhi indiscreti, panchine o portici, diventano posti dove rinchiudersi dal mondo, un mondo sempre più proiettato verso il consumismo, e quasi privo di umanità. Palermo in questi anni ha fatto molti passi avanti nel valorizzare il suo patrimonio ; deve fare ancora tanto per essere più vicino ai tanti bisogni della gente, quella  reale, quella che soffre ed è lontana da vetrine.

Ph di Paolo Arduino

arduino@gdmed.it  Francesco Paolo Arduino