Attivata la procedura informatica per la compensazione legale fra crediti e debiti del Comune

0
20
Il Municipio di Palermo in una Ph di Paolo Arduino

 

Palermo – L’Area del Bilancio e Risorse Finanziarie del Comune di Palermo comunica l’attivazione della procedura informatica che consentirà, nel pieno
rispetto della privacy, di compensare i debiti del comune con i crediti
dallo stesso vantati, secondo quanto previsto dall?art. 1243 del Codice
Civile *( la compensazione si verifica solo tra due debiti che hanno per
oggetto una somma di danaro o una quantità di cose fungibili dello stesso
genere e che sono ugualmente liquidi ed esigibili ).*

Si ha compensazione quando due soggetti sono contestualmente creditore e
debitore l’uno dell’altro e richiede la coesistenza di reciproci debiti
omogenei, liquidi ed esigibili.

E’ il caso, ad esempio, in cui il Comune sia creditore di importi liquidi
ed esigibili contenuti, in un avviso di accertamento/
liquidazione/constatazione violazioni, definitivo in assenza di ricorso, e,
nel contempo, sia debitore nei confronti dello stesso soggetto per
forniture, lavori, prestazione di servizi, resi e fatturati.

In tali casi, opera automaticamente la compensazione legale ex art. 1243
Codice Civile e il Comune dovrà al proprio fornitore le somme al netto del
proprio credito.

Allo stesso modo, si realizza la fattispecie nell’ipotesi di riconoscimento
a soggetti terzi di somme dovute per debiti fuori bilancio che dovranno
essere erogate e contemporanea posizione debitoria degli stessi soggetti.

La compensazione legale è un modo di estinzione dell’obbligazione diverso
dall’adempimento previsto dagli artt. 1241 e seguenti del Codice Civile.

L’operatore dell’Ufficio responsabile della liquidazione inserisce
nell’applicativo il codice fiscale e/o la partita iva del creditore per
riscontrare la presenza di debiti da compensare; in caso di esito positivo
per esistenza di somme dovute al comune l’operatore procederà alla
compensazione utilizzando le informazioni utili per la redazione della
determinazione di liquidazione contenute nel report generato dal sistema.
La procedura si conclude con l’invio del mandato di pagamento e delle
collegate reversali al tesoriere, contestualmente il sistema aggiornerà in
automatico la posizione amministrativa del soggetto debitore e ne darà
comunicazione allo stesso.

“Questo strumento – dichiara il Sindaco, Leoluca Orlando – renderà
possibile sia per l’Amministrazione, sia per coloro che con questa
intrattengono rapporti economici, una migliore e più veloce gestione dei
flussi di pagamento reciproco e servirà, inoltre, ad introdurre criteri di
certezza e trasparenza per la riscossione dei tributi.

E’ un ulteriore tassello del complesso lavoro di sistemazione di questo
settore, che notoriamente, a Palermo soffre di una cronica debolezza che ha
ripercussioni negative sui servizi resi ai cittadini.”