Sequestrati 1200 chili di alimenti all’interno di un magazzino abusivo

0
159

 

Palermo – Milleduecento chili di prodotti alimentari sono stati sequestrati in via Ortigia, a Falsomiele, stipati all’interno di un magazzino che effettuava
abusivamente la vendita al pubblico.

Gli agenti del Naf, il nucleo antifrodi della Polizia municipale, inviati
sul posto dal comandante Gabriele Marchese, hanno individuato nei box al
piano terra di un palazzo di tre piani, un’attività di vendita di generi
alimentari che ai controlli è risultata sfornita delle necessarie
autorizzazioni amministrative.

L’intervento dell’Asp, l’azienda sanitaria provinciale, sollecitata sul
posto, ha accertato la cattiva conservazione di alcuni alimenti.

Verificata, inoltre, l’assenza di etichettature attestanti la provenienza
e la tracciabilitá delle merci, agli agenti non è rimasto che procedere al
sequestro dei prodotti alimentari e all’apposizione dei sigilli ai locali.

Così sono stati sequestrati circa 1.200 chili di alimenti surgelati e
carni, in gran parte devoluti in beneficenza, mentre quelli riscontrati in
cattivo stato di conservazione, giudicati non commestibili, sono stati
distrutti.

Il gestore dell’attività, una donna di 31 anni, S.G. è stata denunciata per
conduzione di attività abusiva e cattiva conservazione degli alimenti.

Oltre alla denuncia, è stata sanzionata per un importo di 3.000 euro per la
mancanza di SCIA, la segnalazione certificata di inizio attività, da
inoltrare allo sportello unico del Comune.

L’operazione si inserisce nell’ambito degli interventi a tutela della
igienicità degli alimenti e della salute pubblica.

Ph di repertorio