Peccatori sì, corrotti mai

0
1490

Mons. Carmelo Ferraro nel Parlamento della Legalità Internazionale: “Siete la risposta all’anatema di Giovanni Paolo II”

Palermo – Peccatori sì, corrotti mai. Mons. Carmelo Ferraro nel Parlamento della Legalità Internazionale: “Siete la risposta all’anatema di Giovanni Paolo II”. «Non vi è ombra di dubbio: è grande l’amicizia e la stima tra Mons. Carmelo Ferraro, Arcivescovo emerito dell’Arcidiocesi di Agrigento e Nicolò Mannino fondatore e presidente del Parlamento della Legalità Internazionale. Mons. Ferraro è stato il primo “sponsor” del Parlamento della Legalità Internazionale e l’ha fatto tanti anni fa dai microfoni di Rai 1 durante il suo intervento alla seguita trasmissione domenicale “A sua immagine” quando alla domanda del giornalista “Ma il grido del Papa Giovanni Paolo II nella Valle dei Templi lo scorso 9 maggio del 93, ha prodotto qualcosa?” – L’Arcivescovo Ferraro con voce decisa, determinata ma addolcita dalla sapienza tipica dell’uomo di preghiera disse “Sì, ha portato la nascita del Parlamento della Legalità”. Da quel giorno l’affetto tra Nicolò Mannino e Mons. Carmelo Ferraro non è venuto mai meno tanto che in queste ore l’Arcivescovo è al lavoro per scrivere la prefazione al libro “Peccatori sì, Corrotti mai “, che in casa Parlamento della Legalità Internazionale sta prendendo corpo come un bellissimo mosaico di vita e di bellezza.  A curare tutto Salvatore Sardisco, vice presidente del movimento che sa dare il massimo e il meglio di sé quando si tratta di rialzare il morale dei giovani e far sapere cosa alberga nel cuore dei nostri studenti. Salvo Sardisco cura il testo con Nicolò Mannino.  Da diverse città d’Italia si sta pensando, scrivendo, disegnando e tutto per non dimenticare l’anatema di San Giovanni Paolo II che l’8 settembre del 1994 scriveva a Nicolò Mannino certi che non si può e non si deve mollare “Vi esorto – scriveva Giovanni Paolo II – a proseguire con fermezza nell’impegno per la rinascita di questo popolo”. Mons. Carmelo Ferraro conosce bene la storia del Parlamento della Legalità Internazionale e la prima benedizione è arrivata da lui. Il prossimo tredici maggio l’Arcivescovo che ha servito la chiesa agrigentina con zelo pastorale e tanto amore per gli ultimi, compie quaranta anni di ordinazione episcopale e proprio da Vescovo ha ordinato per la Chiesa di Cristo ben cento sacerdoti (venti nella diocesi di Patti e ottanta nell’arcidiocesi di Agrigento ). Il suo stemma episcopale è di quelli essenziali privi di “difficili” interpretazioni: Solo una colomba con le fiammelle dei doni. “E’ lo Spirito Santo che anima la Chiesa nella riscoperta del Kerigma Pasquale nell’amore che è servizio – dice Nicolò Mannino – che traduce ogni parabola in canto di liberazione e le beatitudini ne fanno da sfondo come una soave colonna sonora”. Un affetto fraterno, saldo, vero, privo di retorica e di frasi fatte quello tra Mons. Carmelo Ferraro e Nicolò Mannino, un connubio che crea attesa per un libro meravigliosamente grande e unico che vede anche la partecipazione dei coordinatori culturali del Parlamento della Legalità Internazionale, dei collaboratori di presidenza e di tanti giovani studenti che dalla Lombardia alla Sicilia hanno dato vita alle “ambasciate del movimento” che è di taglio cristiano e nel suo interno ha una singolare guida spirituale come Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo dell’Arcidiocesi di Monreale, e l’incoraggiamento di altri Vescovi della Conferenza Episcopale Siciliana come Mons. Corrado Lorefice che ha già incontrato i giovani del Parlamento della Legalità Internazionale-Multietnico presso la Sala Lavitrano della Curia di Palermo, Mons. Antonio Staglianò Vescovo nella Diocesi di Noto, Mons. Calogero Peri, Vescovo nella Diocesi di Caltagirone e non ultimo il Cardinale Francesco Coccopalmerio già Ministro della Giustizia della Santa Sede. Il testo sarà consegnato nei prossimi mesi all’editore palermitano Carlo Guidotti, uomo di grande spessore culturale che ha dato vita a una rispettabile e prestigiosa casa editrice che sa dare voce a tutto ciò che è sviluppo del territorio e principalmente voce ai martiri e ai giovani che credono in un mondo migliore. Il testo, che sarà presentato in anteprima a maggio presso l’aula magna della Pontificia Università Lateranense – Città del Vaticano, nasce nel venticinquesimo anniversario dell’anatema contro la violenza lanciato da Giovanni Paolo II quel nove maggio del 1993 nella valle dei templi (e fu proprio Mons. Carmelo Ferraro a invitare il Papa Giovanni Paolo II nella diocesi di Agrigento e pensò al Pontificale nella Valle dei Templi ai piedi del Tempio della Concordia) e nel venticinquesimo anniversario dell’uccisione di padre Pino Puglisi. Ebbene Sì. Il titolo già affascina e piace, e perché no… convince e ne incoraggia la stesura. “Peccatori sì, corrotti mai”».

Ph:Mannino e Ferraro

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo