Manca l’insegnante di sostegno, venitevi a prendere vostra figlia!

0
954
Nicola Arduino

Palermo – “Manca l’insegnante di sostegno, venitevi a prendere vostra figlia perche’ non siamo autorizzati a portare la bambina in bagno”.
Succede nella scuola mantegna Borsellino di Boccadifalco dove da piu’ di un mese una bambina con la legge 104 e’ costretta a rimanere a casa perche’ l’insegnante di sostegno e’ in malattia.
Lo denuncia Nicola Arduino Coordinatore della 4 Circoscrizione per Forza Italia.

I genitori di una bambina disabile di Palermo è costretta a rimanere a casa , o se va a scuola la mamma deve recarsi a scuola per poter portare la bambina bagno perche’ non e’ di competenza delle maestre.

La Corte costituzionale, con la sentenza n.80 del 22 febbraio 2010 – scrive Arduino – ha stabilito che il diritto alla salute è un bene inalienabile previsto dalla Carta costituzionale e quindi l’organico degli insegnanti di sostegno non può essere un fatto aritmetico, ma deve rispettare la diagnosi funzionale dell’alunno e il numero di ore stabilito dall’apposita Commissione medica.
Non escludo una denuncia alla Procura del Tribunale dei minori – continua- l’esponente politico, dove potrebbe prefigurare un abuso nei confronti della famiglia e del minore, al quale, senza l’insegnante di sostegno per tutte le ore di cui ha bisogno, viene impedito di frequentare la scuola con gli stessi diritti degli altri.