Dichiarazione del sindaco Bianco sulle periferie

0
231
Enzo Bianco

Catania – “Il tema delle periferie e della valorizzazione delle Municipalità è centrale per lo sviluppo della città. Da San Giorgio, a Picanello, da Barriera a Monte Po, tutti i quartieri devono sentirsi “centro”. Ecco perché abbiamo puntato molto ad aprire, per la prima volta a Librino, le scuole superiori, a far nascere gli orti urbani, a recuperare risorse per 18 milioni di euro per San Giovanni Galermo e Trappeto con il Bando Periferie, oppure ad accelerare i lavori della Metropolitana affinché finalmente si possa arrivare in pochi minuti da Nesima a Piazza Stesicoro senza auto. Finalmente abbiamo anche molte più risorse per la manutenzione di strade, illuminazione e marciapiedi, anche per arterie, ad esempio, come viale Mario Rapisardi che non venivano sistemate da anni e che finalmente oggi vedono i cantieri a lavoro.
Ma più in generale il tema di come valorizzare maggiormente le energie civiche, quelle del volontariato e dell’associazionismo, laico o cattolico, che operano nelle periferie, metterle in rete e aiutarle ad operare al meglio è di primaria importanza. Così come attuare un decentramento virtuoso e sano ma con risorse certe, adesso che abbiamo rimesso i conti del Comune in ordine. Sono molto contento che due consiglieri comunali, Massimo Tempio e Seby Anastasi, al di là delle collocazioni politiche, abbiano lanciato una riflessione sulle Periferie. E mi auguro che la loro iniziativa, magari supportata da tante realtà territoriali e dai presidenti e consiglieri di Municipalità, possa espandersi. Trattandosi di persone che vivono il territorio ogni giorno, i temi che svilupperanno saranno al centro del nostro impegno amministrativo”.