Progetto “una scuola in grado di educare ad un futuro comune e sostenibile” e concorso “uno smartphone per amico?”

0
153

 

Messina – Alla presenza del sindaco, Renato Accorinti, e del vicesindaco e assessore all’Energia, Gaetano Cacciola, questa mattina, alle ore 10.30, al Palacultura Antonello da Messina, si terrà la premiazione del concorso “Uno smartphone per amico?”, cui hanno partecipato le scuole cittadine primarie e secondarie di primo grado. Il progetto, promosso dallo Sportello Energia del Comune di Messina con la partecipazione attiva di ENEA, INBAR – Istituto nazionale di Bioarchitettura – sezione di Messina, UNIME – dipartimento d’Ingegneria, CNR ITAE, ARPA Sicilia ST Messina, gli Istituti scolastici messinesi e l’assistenza in fase progettuale degli Ordini professionali degli Ingegneri, degli Architetti e della Sovrintendenza ai Beni Culturali, è finalizzato alla divulgazione di nuove conoscenze scientifiche e tecnologiche e alla sensibilizzazione degli alunni sui temi connessi all’ambiente, all’energia, alle nuove tecnologie ed allo sviluppo sostenibile del pianeta. Nel contesto dell’iniziativa, come azione prevista nel PAES della città di Messina, il gruppo di partner, su proposta dell’ENEA (ideatore del format nazionale), dell’INBAR Sezione di Messina (coordinatore del progetto locale), del CNR ITAE, dell’UNIME e dell’ARPA di Messina, ha lanciato la prima edizione di “Uno smartphone per amico?” con l’obiettivo di premiare i migliori progetti didattici realizzati dalle scuole Salvo D’Acquisto, Enzo Drago, Verona Trento, Catalfamo e Santa Margherita che hanno aderito al concorso. Il programma dei lavori, moderati dal giornalista Gigi Cartagenova, prevede alle 10.30, l’arrivo e l’accoglienza dei circa 350 studenti con distribuzione di sacchetti merenda e l’incontro con la stampa nell’atrio del Palacultura; alle 11, ai saluti dell’Amministrazione, seguiranno le testimonianze dei partecipanti al progetto; alle 11.45, la presentazione degli elaborati; alle 12.30, con la premiazione si concluderà l’evento.