“Train to be. … cool” . La Polizia di stato traccia il bilancio della campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza in ambito ferroviario

0
114

 

Grande riscontro da parte degli istituti scolastici e piu’ di 1700 studenti incontrati nel corso dell’anno

Palermo – Con la fine dell’anno scolastico 2017/18, si conclude anche l’attività di educazione alla legalità ed alla sicurezza ferroviaria, denominata “Train to be cool”, che ha visto impegnati nel corso di tutto l’anno scolastico gli operatori della Polizia Ferroviaria di Palermo.

Questi, opportunamente formati attraverso un corso tenuto dagli psicologi del Dipartimento di Pubblica Sicurezza e del Dipartimento di Psicologia dell’Università “La Sapienza” di Roma, hanno incontrato, circa 1750 studenti di numerosi istituti scolastici, sia medie che superiori, di Palermo e provincia. L’obiettivo è stato quello di metterli in guardia dai pericoli e delle insidie che un luogo, apparentemente sicuro come lo scalo ferroviario, può nascondere. E’ per questo che le scuole che hanno ospitato le speciali lezioni della Polfer sono state scelte tra quelle ad “alto rischio” perché ubicate in prossimità di infrastrutture ferroviarie (stazioni, passaggi a livello o vicino alla linea ferroviaria) o perché frequentate da studenti che si spostano con il treno, nel tragitto casa-scuola. Il successo del progetto, non è dato solamente dal numero degli studenti raggiunti, costante rispetto all’anno precedente, ma dall’entusiasmo riscontrato nei ragazzi e nel corpo docente. Tutti, infatti, hanno apprezzato l’approccio con cui la tematica è stata affrontata. I bisogni dei giovani sono sempre stati al centro delle discussioni e, tramite la visione di filmati, slide e giochi, sono stati dati utili consigli su come soddisfare le proprie necessità senza mettere a repentaglio la propria vita.

Anche quest’anno, inoltre, il treno della sicurezza è uscito dai “binari scolastici” per arrivare nelle piazze nel corso di eventi organizzati sia dalla Polizia di Stato sia da altri enti, offrendo ai giovani presenti momenti formativi “live” in varie occasioni.

Altri incontri hanno invece avuto come scenario il treno stesso. Diverse sono state le scolaresche accompagnate durante il tragitto in treno, previsto dal loro viaggio d’istruzione, dagli uomini e dalle donne della Polizia Ferroviaria che hanno spiegato come viaggiare in sicurezza e come comportarsi in caso di emergenza.

Il progetto ripartirà con l’inizio del prossimo anno scolastico.