Lo Curto:”Cinquestelle bacchettano governo regionale ma sono loro a fare battaglia anacronistica su continuità territoriale e non ammettono che vera sfida è su insularità”

0
59


Palermo
– “Trovo davvero singolari le dichiarazioni di Giancarlo
Cancelleri che si permette di bacchettare il governo Musumeci per la
presunta lentezza in ordine alla trasmissione dei documenti che
servono ad avviare le procedure per la cosiddetta continuità
territoriale. Ricordo a Cancelleri che soffre di memoria corta e di
uno strano strabismo politico, che solo qualche giorno fa i dePutati
cinquestelle, anche quelli eletti nella provincia di Trapani e Ragusa,
dopo aver tentato in ogni modo possibile di bloccare l’iter per il
parere al piano di promozione territoriale presentato dal governo in V
commissione, si sono astenuti senza vergogna e senza imbarazzo,
sapendo perfettamente che quel parere era necessario e propedeutico
alla stesura del bando per intercettare compagnie aeree. Indifferenti
al grido di dolore che arriva dal mondo imprenditoriale come dalle
famiglie del nostro territorio avrebbero cinicamente voluto che in
commissione mancassero i numeri. Questo modo di far politica è odioso
e squallido e i cinquestelle sono solo avventurieri portatotori di
odio sociale. Cancelleri sa bene che quella della continuità
territoriale è una falsa battaglia perché i problemi dello sviluppo
economico in Sicilia passano attraverso il riconoscimento degli
svantaggi derivanti dall’insularita, con un piano straordinario di
investimenti per le infrastrutture, finanziando le imprese attraverso
le forme di fiscalità di vantaggio e compensative che serviranno a
ridurre il gap tra cittadini di regioni ricche e tutti noi siciliani.
Si occupi quindi di problemi veri e sostanziali e la smetta di fare
demagogia. Prima o poi i cittadini si sveglieranno e avranno modo di
capire che la politica dei cinquestelle ha il respiro corto e non
produce effetti positivi per l’economia e soprattutto non aiuta e non
incentiva la produzione di lavoro e di ricchezza reale. Si aiutino le
imprese, si diminuisca il costo di produzione e del lavoro e anche il
Sud potrà ripartire e saprà volare ben più velocemente e meglio di
quanto non si potrà fare destinando denaro pubblico alle compagnie
aeree. A settembre tornerò con ferma determinazione sulla costituzione
di una sola società di gestione per gli aeroporti di Palermo e
Trapani, solo così si abbatteranno i costi e si pianificherà il
rilancio vero del sistema territoriale. Vedremo a quel punto quale
bugia si inventeranno i grillini”. Lo afferma Eleonora Lo Curto,
capogruppo dell’Udc all’Assemblea regionale siciliana.