Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento venerdì 2 dicembre 2016, 20:06

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

23 nuove notizie dal 02/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Venerdì 15 Aprile 2016


Palermo 15.4.2016 - "Domenica 17 aprile si vota per il referendum sulle trivellazioni, un'andata al voto che la Sicilia, in particolare, deve rispettare. Io voterò Sì per dire No alle trivellazioni nei nostri mari". A dirlo, il capogruppo all'Ars di Sicilia Democratica, Giambattista Coltraro.  " Io voterò Sì - prosegue il parlamentare - perché la nostra terra ha una vocazione turistica che può e deve rispettare, traendo spunti di economia dalle sue bellezze, con particolare attenzione all'ambiente. La Sicilia  potrebbe, se solo si mettesse a regime, vivere di solo turismo, senza bisogno di trivellare le acque che la circondano. Sia chiaro- continua- che la mia scelta non è determinata da semplicistiche e banali logiche antindustriali che vedo inappropriate alla 'terra del sole e del mare'. No. la mia scelta è data dalla consapevolezza che è preferibile tenerci quello che la natura ci ha dato e saperlo sfruttare al meglio, non come sin qui fatto, anziché credere che le trivellazioni possano attrarre investimenti esteri. Sappiamo bene tutti che sarebbe il resto d'Italia ad avere un ritorno economico e che a noi rimarrebbe soltanto il danno ambientale, con  conseguente perdita di una prospettiva turistica tanto utile all'economia dell'isola. Pertanto dico che lo sfruttamento del nostro territorio non deve essere consentito soprattutto in un periodo di crisi quale è quello che stiamo vivendo. Tale stato di cose rappresenta una grave violazione della nostra sovranità e autonomia. Ma aggiungo che, in caso vincesse il No, la Sicilia dovrebbe avere garanzie certe dal governo nazionale di non essere esclusa dai proventi dei futuri investimenti ( delle molliche non ce ne facciamo niente). Solo così - conclude Coltraro - industria e turismo potrebbero andare di pari passo. Il ritorno economico consentirebbe di potenziare il ramo alberghiero o realizzarne del nuovo, così come quello della ristorazione; consentirebbe di restaurare le bellezze architettoniche, i musei, di migliorare i litorali, di creare, invece di chiudere quelli già esistenti, parchi naturali. La  Sicilia è nostra, proteggiamola e facciamola più bella di quanto già non sia".

C.S.

 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo