Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento giovedì 8 dicembre 2016, 11:31

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

26 nuove notizie dal 07/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Giovedì 21 Aprile 2016
Monreale:Città dell’incredibile!


Ph di Claudia Scavone 

Monreale (Pa) 21.4.2016 - Due situazioni al limite dell’incredibile, ma non le uniche, quelle che evidenziamo e che non sembrano trovare soluzione e riscontro fattivo, nell’Amministrazione guidata dal Sindaco Pietro Capizzi, sostenuto dal PD e dalle liste Civiche “Alternativa e Libertà” e “Alternativa Civica”. La prima riguarda la lampada fulminata, ormai da oltre due mesi, situata all’inizio della Via Antonio Veneziano, subito dopo la pericolosa e “cieca” curva di Salita Sant’Antonio, della quale ci siamo occupati più volte nei nostri servizi e, per la quale riproponiamo la foto da noi stessi scattata. Nei giorni scorsi, visto il muro di silenzio che attanaglia l’Amministrazione, ci siamo persino personalmente rivolti al Comandate della Stazione Carabinieri, l’ottimo Mar. Gianluca De Venuto, il quale, aldilà della sue competenze, ben comprendendo le difficoltà da noi stesse mostrategli, nelle quali non abbiamo mancato di evidenziare il problema legato alla vigilanza notturna delle pochi attività commerciali rimaste attive nella zona, il Maresciallo - dicevamo - ci ha dovuto confessare tutto il suo disappunto, per non essere riuscito nell’intento di far sostituire una semplice lampada della pubblica illuminazione. Ci permettiamo far notare, attraverso questo nostro ennesimo articolo, forse destinato a non rimare l’ultimo della serie che, tra non molti giorni inizieranno i festeggiamenti dedicati al SS Crocefisso che renderanno la Salita Sant’Antonio e la Via Veneziano, snodo importante per il già disastrato traffico veicolare ed anche per la stessa Processione che, dalla Via Antonio Veneziano transiterà. Ci permettiamo far notare al Sindaco ed all’Amministrazione tutta che, la scala mobile, apparirà presto e servirà per installare le festose luminarie: non sarebbe quindi il caso di chiederne in prestito una al fine di far collocare la lampada incriminata? La seconda, invece, riguarda la situazione anomala ed anacronistica che giunge dalla Frazione di Grisì e, questa volta, lasciamo che a raccontarcela siano, attraverso un loro appena emesso Comunicato, i consiglieri Antonella Giuliano e Giuseppe Guzzo di “CambiAmo Monreale" che dicono ”chi non conosce la realtà delle piccole frazioni, soprattutto di quelle più distanti dal comune, avrà forse delle difficoltà a comprendere l’importanza percepita da chi lì risiede, questa si evidenzia anche nelle piccole cose e nei più basilari servizi pubblici e persino nelle attrezzature ludiche di cui, laddove sono addirittura assenti, non se ne percepisce nemmeno l’esigenza, vuoi perché i disagi sono talmente tanti, che i servizi di più alto godimento, si percepiscono come di secondo ordine. La rabbia e il senso di sfiducia nei confronti della politica e dell’amministrazione, nasce e raggiunge picchi altissimi. Ma succede anche che le attrezzature ludiche ci siano ma, vuoi per inefficienza o per pigrizia, gli stessi non vengano messe a disposizione della collettività. A Grisì esiste, ormai da tempo, un parco giochi - uno scivolo e due cavallucci, intendiamoci, non certo un vero parco giochi - che, per ragioni ai più sconosciuti, viene tenuto chiuso e non fruibile al pubblico. I genitori della Frazione, quindi, per far divertire i loro figli, sono costretti a farli giocare in una piazzetta che insiste sulla via principale del paese, in cui il traffico veicolare è costante e risulta quindi alto il rischio che qualche bambino possa essere investito. Non c’è quindi, per i poveri genitori, la possibilità di, come avviene in quasi tutte le Città, grandi o piccole che siano, di godere di un momento di gioco ed al contempo di spensieratezza con i loro bambini. Per tale ragione, noi del Gruppo “CambiAmo Monreale”, abbiamo predisposto una interrogazione in Aula, trattata in occasione della seduta del 15 aprile scorso. In tale occasione chiedemmo quali fossero le ragioni di questa che, ai nostri occhi, appare come una preclusione alla fruizione della citata area giochi ed al nostro quesito, l’Amministrazione rispose per sommi capi, affermando di stare provvedendo alla apertura ma, di contro, non ci seppe dare un termine ben preciso sull’apertura. Noi, in ogni caso, vigileremo e continueremo a sollecitare fino a che non si giungerà alla soluzione completa del problema. Auspichiamo quindi che, in tempi brevi, magari prima dell’estate, anche i bambini della frazione di Grisì, possano finalmente usufruire dell’umile ma, per loro importante, parco giochi".



 
Rosario Lo Cicero
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo