Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento venerdì 2 dicembre 2016, 20:06

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

23 nuove notizie dal 02/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Venerdì 29 Aprile 2016
“CambiAmo Monreale”: ricognizione dei mutui giacenti e pubblicazione del bilancio


 

Monreale (Pa) 29.4.2016 - Il Gruppo consiliare di “CambiAmo Monreale”, composto da Antonella Giuliano e Giuseppe Guzzo, in una nota diffusa alla Stampa, comunica quanto segue:Fermo restando il nostro compiacimento nell'apprendere che si stia lavorando per la bonifica di Zabbia, una cosa a noi consiglieri Guzzo e Giuliano del gruppo Cambiamo Monreale è apparsa gravissima e da portare all'attenzione dei cittadini. Mediante apposita delibera di Giunta,  è stata disposta la destinazione  della somma di € 27.000 per l’inizio dei lavori di messa a norma del sito di Zabbìa, somma individuata tra le voci del bilancio comunale. 27mila € che adesso dal nulla saltano fuori , 27mila € che potevano essere usati x tutte quelle emergenze del territorio segnalate in questi mesi (illuminazione pubblica, rifacimento di parte del manto stradale…) , o  per aiutare famiglie in difficoltà,  e che invece vengono usati  per aggiustare errori di questa amministrazione, di dirigenti,  e di chi, sinora, ha ignorato i tanti richiami della   di Giustizia Europea. Ma non solo, apprendiamo anche che, la restante somma di 360 mila euro, necessaria a completare i lavori, è stata recuperata tramite  la devoluzione parziale di un mutuo acceso dieci anni fa presso la Cassa Depositi e Prestiti e mai utilizzato. Ora ci chiediamo se chi amministra sa quello che fa. Perché accorgersi solo oggi che esistono somme mai utilizzate per cui si pagano rate e interessi che avremmo potuto impegnare per risolvere i tanti problemi da cui è afflitto il paese? Perché attendere una sanzione di oltre 600 mila euro quando da principio tali somme potevano essere destinate alla bonifica? Ed ora chi si assumerà la responsabilità delle spese legali da sostenere per opporsi alla sanzione o della stessa sanzione e delle spese legali in caso di soccombenza?  Per quante altre somme inutilizzate, che potrebbero essere utili a risolvere le problematiche che ogni giorno affliggono la nostra cittadina, paghiamo rate e interessi? Molto più semplice e meno impegnativo dire ogni volta “non abbiamo soldi” La verità è che questa situazione mette in luce, e in via definitiva, le incapacità di questa amministrazione di gestire ogni situazione, di controllare l’operato degli uffici preposti, di dettare una linea amministrativa efficace,  e la volontà di intervenire solo quando è necessario mettere una pezza agli errori di coloro che svolgono in maniera superficiale i propri compiti.


Il tutto a totale disprezzo del benessere comune, su cui si riversano costantemente le conseguenze dell’incapacità di amministrare. 
    
    È per tutti questi motivi, oltre che già per il semplice diritto/dovere di trasparenza che chiederemo la ricognizione di tutti i mutui giacenti e, soprattutto, che -come avviene in tutti gli altri comuni d’Italia- il bilancio sia reso noto ed a tutti visonabile, mediante la pubblicazione sul sito ufficiale del Comune.

 

 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo