Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento venerdì 2 dicembre 2016, 20:06

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

43 nuove notizie dal 01/12/2016      
Login
Registrati
Venezia - Martedì 3 Maggio 2016
From the City


 

Venezia 3.5.2016 - From the City “From the city è il titolo del progetto espositivo ideato dai giovani curatori della School for Curatorial Studies Venice (1) nell’ambito del 23° corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee; percorso di formazione organizzato dalla galleria d’arte contemporanea A plus A Gallery di Venezia (2) diretta da Aurora Fonda e Sandro Pignotti. L’evento si svolgerà dal 25 al 31 maggio e occuperà il perimetro urbano tra i Sestieri San Marco e Castello, zone adiacenti le sedi ufficiali della Biennale – Arsenale e i “Giardini” di Castello -. Dopo il successo del Rob Pruitt’s Flea Market, progetto realizzato nella precedente edizione del corso, quest’anno il proposito dei nuovi studenti è di avviare una riflessione sulla città contemporanea partendo da una narrazione inedita della città di Venezia che, nonostante le sue caratteristiche peculiari, concentra in sé potenzialità e tensioni delle città del mondo contemporaneo. In occasione dell’anteprima di stampa della 15a Biennale Internazionale di Architettura, il gruppo di curatori propone la città di Venezia come luogo di ricerca artistica, curatoriale e teorica attraverso una serie di interventi ideati da artisti italiani e internazionali: questi avranno il compito di indagare le problematiche impellenti che toccano la città lagunare e che provocano cambiamenti inarrestabili, puntando, inoltre, sulla valorizzazione della storia di Venezia, delle sue tradizioni e della sua cultura recuperandone aspetti nascosti o dimenticati. Tra gli artisti che hanno aderito al progetto: Elena Bellantoni, Paolo Brambilla, Bros, Federica di Carlo, Quiet Ensemble, Roberto Fassone, Serena Fineschi, Jukai, Sophie Ko, Kensuke Koike, Robert Montgomery, Matteo Nasini, Guido Nosari, Libia Castro & Ólafur Ólafsson, Emmanuele Panzarini, Marco Samorè, Sbagliato, Miriam Secco, Vincenzo Simone, Julian Soardi, Sebastiano Sofia, Jan Vormann. Le opere d'arte saranno innestate nel tessuto urbano e messe in dialogo con lo stesso, portando appassionati d'arte e d’architettura, studenti, turisti e curiosi a scoprire o riscoprire la città. I fruitori si orienteranno per le calli con sguardo stupito e curioso, assorbiti dalla memoria dei luoghi, dal desiderio, dall'intimità di Venezia e da simboli celati nei luoghi di passaggio e di rito che spesso sfuggono all’attenzione del visitatore e del cittadino.

Kensuke Koike, artista di origine giapponese, stuzzicherà la curiosità del pubblico utilizzando lo spioncino di una porta veneziana pronta a nascondere un mondo caleidoscopico; Jan Vormann, artista tedesco, per From The City torna a Venezia con il suo progetto itinerante Dispatchwork e grazie ai mattoncini Lego riparerà crepe e fori delle mura della città; Daniele Nicolosi, in arte Bros, presenterà un lavoro simbolico site-specific incentrato sull’opera d’arte e il rapporto tra questa ed il contesto cittadino, una proposta realizzata con utilizzo di alcune monete da un euro. La School of Curatorial Studies Venice si pone, in questo contesto, come veicolo di ricerca e laboratorio di sperimentazione, confrontandosi con progetti che partono da una riflessione sulla tensione tra arte e città; un rapporto declinato secondo le diverse esperienze e ricerche artistiche di artisti e curatori, che mettono in luce le contraddizioni e i cambiamenti di Venezia a fronte di un parallelo fenomeno di estensione globale.

 

La specificità della realtà veneziana, infatti, non la esclude dalle metamorfosi della città contemporanea ma, al contrario, la rende uno scenario stimolante al fine di indagarne l’evoluzione. Esplorare le suggestioni e le criticità del capoluogo del Veneto è quindi l’occasione di porre degli interrogativi sui processi di produzione d’identità, sugli stili di vita e sulle nuove forme dell’abitare lo spazio urbano a cui l’arte è chiamata a rispondere. Per tale ragione, oltre agli interventi e alle performance degli artisti partecipanti al progetto, per l’intera durata dell’evento verrà attivata una piattaforma di interazione con il pubblico, che diverrà teatro di dibattiti e incontri volti all’attivo coinvolgimento dei visitatori: esperti in ambito urbanistico, sociologico, economico, filosofico, sociale e artistico si confronteranno con maestranze locali, professionisti e cittadini di Venezia per mettere a confronto prospettive e idee diverse nonché dar vita a un dialogo costruttivo e stimolante che possa trasformarsi in strumento di raccolta di saperi, di scambio e di studio. L’esito degli incontri sarà oggetto di un catalogo volto a raccogliere testi critici, riproduzioni delle opere realizzate e apparati biografici degli artisti coinvolti. È possibile seguire gli sviluppi dell’intero progetto curatoriale e i lavori proposti dagli artisti attraverso il sito internet (From the city). Gli studenti partecipanti al 23° corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee sono: Marta Artuso, Francesca Arzani, Roberta Bani, Cristina Bargna, Giulia Barbazza, Veronica Barisan, Marta Carlozzo, Mauro Casagrande, Federica Ceci, Alessandra Chiericato, Giulia Di Paola, Giulia Felici, Claudia Ferraroni, Francesca Fialdini, Elena Fortunati, Danilo Fozzi, Giulia Garetto, Giulia Giorgetti, Cristina Gordini, Valeria Manciagli, Margherita Masé, Francesca Montresor, Carlotta Muscaritoli, Salomé Nascimento, Chiara Perani, Giulia Pergola, Sara Prestini, Rossana Stellato, Chiara Tanchella, Silvia Tanzini”.
    
    (1) The School for Curatorial Studies Venice è una scuola per curatori d’arte, nata a Venezia nel 2004 con l’obiettivo di diffondere saperi nell’ambito delle arti visive e introdurre alle professioni che ruotano attorno all’arte contemporanea. A tale scopo è organizzato il corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee, giunto quest’anno alla 23° edizione; un progetto ambizioso e impegnativo ideato per dare una visione più articolata ed ampia del complesso mondo dell’arte.


Gli studenti partecipanti, con il supporto logistico-organizzativo della scuola, hanno la possibilità di mettere in pratica le conoscenze acquisite durante il periodo di formazione ideando, organizzando e allestendo una mostra o un evento espositivo a completamento dell’esperienza di studio. (www.corsocuratori.com)
    
    (2) A Plus A Gallery è stata fino al novembre del 2014 la sede ufficiale della rappresentanza slovena alla Biennale di Venezia, nonché laboratorio di produzione per artisti sloveni e locali. A partire dal 2015 la galleria, sotto la direzione di Aurora Fonda e Sandro Pignotti, si trasforma in un luogo in cui sperimentare nuovi formati espositivi, con il proposito di diventare un centro per l’arte contemporanea e supportare artisti locali e internazionali nella produzione di mostre e progetti a Venezia. Tra le sue principali attività rientra la School for Curatorial Studies Venice che, dal 2004, accoglie nella città lagunare studenti partecipanti al corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee. (www.aplusa.it)
    
    A plus A Gallery San Marco 3073 Venezia 30124
    
    longo@gdmed.it

 
Giuseppe Longo
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo