Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento 2016-12-04 06:57:45

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

18 nuove notizie dal 03/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Domenica 8 Maggio 2016
Ecomulo 2016. Il viaggio nel nome del Grano




 

Palermo 8.5.2016 – “Ecomulo 2016” riparte dai Grani antichi di Sicilia per la 5a avventura di viaggio ecologico. L’11 Maggio Federico e Mirko partono in compagnia dei muli Giovanni e Paolo ma è cambiata la formula del viaggio e l’itinerario. I viaggi nel mondo contadino della Sicilia con Ecomulo sono adesso due e aumentano anche i viaggiatori e i muli coinvolti. I primi 4 viaggiatori partono l’11 Maggio da Motta D’Affermo. Con Federico e Mirko ci sono Guido Vinci, attualmente portavoce del comitato “Coraggiosi città metropolitana pro Ferrandelli”, che svolge la sua attività politica a Palermo e in provincia. La quarta componente del viaggio è Roselena Ramistella, appassionata di Cavalli come Federico, Guido e Mirko. Roselena è una fotografa, ha frequentato corsi di arti visive a New York. Roselena Ramistella, con la sua macchina fotografica, racconterà il viaggio di “Ecomulo 2016” cogliendo i momenti e gli aspetti sociali e naturalistici più rilevanti e intensi.

Ma scopriamo cos’è e come è nato il progetto Ecomulo: Il progetto nasce nel 2011 da un’idea di Federico Bruno, un ragazzo siciliano ma con radici inglesi che nel 2011, in occasione della ricorrenza della strage del 1 Maggio 1947 di Portella delle Ginestre, decise di dare luogo ad un’impresa partendo dai luoghi simbolo della Sicilia rurale e legati agli eventi di Portella o Piana delle Ginestre.

 

Federico è cresciuto in Inghilterra ma ha respirato fin da piccolo l’aria salubre e contadina di Cinisi, dove il nonno aveva comprato un casale rurale e dove lui trascorreva i mesi estivi in mezzo alla campagna, con asini, muli e cavalli.
    
    Il viaggio di Federico, Mirko, Guido e Roselenia a dorso dei muli Giovanni, Paolo, Fidel ed Ernesto, abbandona temporaneamente il luogo simbolo del lavoro contadino e il giorno del ricordo più brutto dell’appena nata Repubblica Italiana, Portella, Piana delle Ginestre e il 1 Maggio. Ecomulo 2016 parte dal paese di Motta D’Affermo e si spingerà fino a Palazzo Adriano attraversando sulle Madonie, i paesi di Castelbuono, Polizzi Generosa, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Geraci Siculo, Tusa, Valledolmo, Castronovo di Sicilia, Prizzi, Palazzo Adriano. Come sempre, EcoMulo è legato alla terra e quello del 2016 è un viaggio nel nome dei grani antichi di Sicilia e per la rivoluzione che parte dalla terra.

Una marcia che vuole sottolineare l’importanza rivoluzionaria che sta assumendo la coltivazione dei grani antichi di Sicilia, contro le direttive degli organismi comunitari UE che impongono, in larga parte, l’utilizzo dei grani certificati delle Multinazionali come la Monsanto. La coltivazione dei grani Monsanto impone anche l’utilizzo di speciali fitofarmaci che aggrediscono l’ecosistema della terra di Sicilia.

 

L’estensione della coltivazione dei grani antichi di Sicilia restituisce dignità al moderno lavoro della terra e aumenta la superficie utile per la coltivazione del grano. Infatti, le caratteristiche dei grani antichi consentono di estendere la coltivazione anche alle zone collinari, mantenendo immutata la quantità di grano prodotto, aumentandone sensibilmente la qualità, ridistribuendo gli utili alle filiere corte del biologico piuttosto che ai meccanismi perversi della grande distribuzione. Durante il viaggio Ecomulo lascerà ai contadini, ai pastori, agli allevatori, alla gente dell’entroterra un volantino, per informare sulle prospettive del lavoro legale alla terra, per motivare i giovani a non rinunciare alla vita nelle campagne ma anche per fare arrivare la loro voce alla città e per rappresentare i loro problemi alle istituzioni
    
    Il secondo EcoMulo parte, invece, da Capizzi.


I Muli Peppe e le sorelle Kessler porteranno in groppa Enrico Cerniglia, 24 anni di Monreale, di professione maniscalco, e da Giacomo Mancuso Fuoco, 46 anni di Capizzi, vigile urbano ed esperto di antiche tradizioni contadine. Enrico e Giacomo copriranno il versante orientale della Sicilia passando per Agirà, Ramacca, Palagonia, Vizzini, Caltagirone, Capizzi. EcoMulo 2016 coprirà i due itinerari nel corso di 12 giorni di marcia, come sempre attraverso sentieri, mulattiere, trazzere e ippovie alla scoperta della Sicilia più antica, per difendere la terra e il grano di Sicilia
    
    
    
    ngibiino@gdmed.it

 
Antonino Gibiino
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo