Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento lunedì 5 dicembre 2016, 20:20

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

23 nuove notizie dal 05/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Sabato 14 Maggio 2016
Lucia Pinsone: Vox Populi restituirà voce ai Siciliani


Lucia Pinsone 

Palermo 14.5.2016 - “Nasce oggi Vox Populi Voluntas Dei, un movimento che restituisce voce a tutti noi, che fin qui abbiamo sentito di non averne, ma ce la riprendiamo – dichiara Lucia Pinsone, a chiusura del I congresso di Vox Populi , di cui è presidente –  La nostra idea di cosa sia Vox populi è sintetizzata  dall’hastag sulla locandina, #lLaSiciliaVeraSiamoNoi, noi che abbiamo l’ambizione di realizzare per i nostri figli una Sicilia diversa, dalle spalle larghe e dalla schiena dritta, una Sicilia 3.0”.
    
    “La Sicilia deve diventare una Regione a Statuto speciale – provoca Pinsone - In questi giorni cade il settantesimo dell’Autonomia, ma è un’autonomia che fin qui è stata parziale, per via di uno Statuto applicato in maniera discontinua e sempre con un occhio a voleri di altri, fuori da qui.
    
    La sua applicazione integrale ne farà lo strumento perfetto per far funzionare l’economia della Sicilia”.
    
    Formazione,  infrastrutture, sanità,  agricoltura, turismo e beni culturali saranno gli ambiti principali del lavoro del movimento, ma la strada sarà determinata dagli iscritti. “Nella logica del restituire la voce ai siciliani- prosegue Pinsone -  per ciascun tema verranno organizzati dei seminari sul territorio, in maniera da accogliere le istanze di chi vive tutti i giorni il comparto. Ascolteremo i semplici cittadini ma anche gli ordini professionali, come è accaduto in questi giorni con l’illuminante dichiarazione di Toti Amato, Presidente dell’Ordine dei Medici, sull’abbassamento dell’aspettativa di vita dei Siciliani, determinato da scelte politiche più che errate.”
    
    Il movimento è aperto a tutti  quanti intendano perseguirne gli obiettivi, con la sola regola, tassativa, della presentazione del  certificato dei carichi pendenti e del certificato del casellario giudiziale al momento della richiesta di iscrizione.
    
    
    
    Lucia Pinsone, 56 anni, una vita tra scuola e medicina, sulla base delle lauree in Scienza dell’educazione, in Vigilanza scolastica e in Medicina, con la specializzazione in Pedagogia clinica e l’abilitazione alla dirigenza sia nel campo sanitario che in quello scolastico. Sposata e madre di due figli, per oltre 20 anni si è occupata di disabilità ed ha fondato la Ridas, associazione che si occupa di assistenza ai disabili.
    
    Nel 2012 si candida alla Presidenza della Regione con il Voi-Volontari per l’Italia, ottenendo un risultato lusinghiero nei numeri e ancora di più sul piano dell’esperienza umana e del rapporto con i Siciliani.
    
    Da qui riprende il giorno dopo la conclusione della campagna elettorale, incontrando i Siciliani “che sentono di non avere voce”, in qualche occasione partecipando con loro ad alcune competizioni elettorali, fino a contare intorno a sé 41 sindaci e 34 consiglieri comunali.
    
    Oggi riparte con Vox Populi Voluntas Dei, movimento che già nel nome dichiara l’ambizione di restituire la voce alla gente di Sicilia.
    
    “Perché non ci siano più Siciliani afoni”.
    
    
    
    
    
    Lo Statuto
    
    Art.11
    
     L’aspirante socio deve presentare il certificato dei carichi pendenti e il certificato del casellario giudiziale.
    
    
    
    Art. 3
    
    Il Movimento non ha scopo di lucro, ripudia la violenza in tutte le sue forme, è aperto a tutti nel rispetto di eventuali posizioni differenti, considerando la diversità di vedute una risorsa per lo sviluppo della società.
    
    
    
     Art. 4
    
    Si riconosce e fonda la propria attività
    
    a) sull' etica
    
    b) sulla democrazia partecipata
    
    c) sulla giustizia soc iale
    
    d) sull'affermazione della cultura e della legalità
    
    e) sulla solidarietà e su ogni a ltro principio costitu zion a lmente sancito e garantito
    
    
    
    Art. 5
    
    Il Movimento, per il raggiungimento dei suoi fini, intende promuovere varie attività, in particolare:
    
    a) attività culturali, convegni, conferenze, dibattitti, seminari, cineforum, concerti, spettacoli teatrali, attivazione di un sito internet che contenga inchieste, reportage, sondaggi, rubriche e attività varie inerenti all'operato dell'associazione, sviluppo di una web radio e qualunque altra attività si reputi col tempo necessaria per l 'attuazione dei fini sopracitati.
    
    b) attività politica: raccolta di firme, attività di sensibilizzazione, ricorso agli strumenti di democrazia diretta previsti dal nostro ordinamento per sottolineare e risolvere problematiche ritenute fondamentali; l 'associazione si propone di partecipare a competizioni elettorali comunali, provinciali, regionali, nazionali, europee; e qualunque altra attività, purchè conforme all'ordinamento, si reputi col tempo necessaria per l'attuazione dei fini sopracitati.
    
    c) attività di formazione: istituzione di centri di studio, ricerca e formazione , sviluppo di scuole di pensiero, simulazioni politiche.
    
    d) attività sociale: organizzazione di momenti di incontro e di tornei sportivi.
    
    
    
    Per il raggiungimento dei suoi fini il Movimento adotta un metodo democratico, basandosi sulla libera discussione e sul confronto. Il Movimento può collaborare con istituzioni culturali e scientifìche, movimenti nazionali , europei o internazionali che perseguano scopi affini.
    
    
    
    Art. 8
    
    Possono essere soci della Associazione le imprese, siano essere persone giuridiche o ditte individuali, i liberi professionisti, i dirigenti di società pubbliche e private , i pensionati, gli enti e le associazioni riconosciute e non riconosciute, anche non svolgenti attività commerciali, che ne condividano gli scopi e aderiscano.



 
C.S.
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo