Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento mercoledì 7 dicembre 2016, 12:28

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

36 nuove notizie dal 06/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Lunedì 16 Maggio 2016
A.Figuccia:“Amat,e le pensiline restarono sole…”


 

Palermo, 16.5.2016 - “Sono uno dei tanti paradossi creati dall’entrata in funzione del tram: in molte strade, prima attraversate dagli autobus dell’Amat, sono rimaste soltanto le pensiline come cimelio di un’epoca che fu. E in via Principe di Palagonia sono addirittura due le strutture sole e abbandonate a sè stesse”. Lo afferma Angelo Figuccia, consigliere comunale di Forza Italia, che prosegue: “Dopo la rivoluzione delle linee Amat voluta dall’assessore al Traffico Giusto Catania contemporaneamente all’entrata in funzione del tram, sono davvero parecchie le strade cittadine rimaste senza bus. Una di questa è la via Principe di Palagonia, nel tratto dall’incrocio con via Borremans in direzione piazza Ottavio Ziino, un’arteria parecchio frequentata, ricca di negozi ed uffici ma rimasta senz’autobus perché il vicino tram ha “cannibalizzato” molte linee. Scomparsi i mezzi pubblici, restano soltanto le pensiline e la tabella con orari, diventate naturalmente inutili, ma ancora oggi sfruttate da alcuni privati per affiggere manifesti pubblicitari.
    
    Sarebbe, quindi, molto più utile smontare queste due pensiline la relativa tabella, che può creare confusione ai cittadini, e installarne in alcune delle fermate Amat ancora in funzione, magari nei quartieri periferici, dove spesso e volentieri chi attende, e spesso per tanto tempo, l’autobus è costretto a stare sotto il sole o la pioggia rigorosamente in piedi. In questo modo, invece, oltre a dare un servizio agli utenti, l’Amat potrebbe regolamentare l’affissione pubblicitaria ed incassare le relative imposte.
    
    Mi auguro che i vertici dell’Amat predispongano al più presto un’accurata mappa delle strutture non più utilizzate e provvedano al loro trasferimento nelle fermate che attualmente ne sono prive”.



 
I.C.
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo