Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento venerdì 2 dicembre 2016, 20:06

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

43 nuove notizie dal 01/12/2016      
Login
Registrati
Catania - Giovedì 19 Maggio 2016
Privato Sociale insostituibile




 

Catania 19.5.2016 – La Giunta Bianco si è impegnata a pagare gli stipendi arretrati di settembre ed ottobre alle cooperative sociali. Incontro nel Palazzo degli elefanti sui problemi del settore tra il sindaco Bianco, gli assessori Girlando e Villari, i rappresentanti delle cooperative ed i sindacati. L'Amministrazione ha già cominciato a versare le somme dovute per i mesi di settembre e ottobre e pagherà altri due mesi a giugno. Il nodo dei migranti minori non accompagnati: il Comune sarà al fianco delle aziende.
    
    
    
    "Faremo fino in fondo la nostra parte e, nonostante le mille difficoltà dovute ai problemi nei trasferimenti, entro giugno avremo pagato quattro mesi arretrati".
    
    Così il sindaco Enzo Bianco incontrando i rappresentanti delle cooperative sociali -  Confcooperative, Agci, Legacoop, Unicoop, Unci, Uneba -, e dei sindacati - Cgil, Cisl, Uil e Ugl - nella Sala Giunta di Palazzo degli elefanti.
    
    "Ho voluto questa riunione - ha detto il Sindaco - prima di tutto per dare un segnale di solidarietà a tutti i lavoratori che da troppo tempo attendevano lo stipendio e alle loro famiglie, e poi per studiare insieme, con serenità e determinazione, la maniera di uscire nel più breve tempo possibile da questa situazione". 
    
    Nel corso dell'affollato e approfondito confronto, alla presenza degli assessori al Bilancio Giuseppe Girlando e al Welfare Angelo Villari, sono state toccate tutte le problematiche del settore, introdotte in particolare da Gaetano Mancini (Confcooperative) e da Gaetano Agliozzo (Fp-Cgil) e sviluppate da numerosi interventi. I maggiori problemi sono apparsi legati prevalentemente ai sempre più ridotti trasferimenti da parte dello Stato e della Regione e ai problemi causati dalla pesante eredità del predissesto. In più le somme dovute giungono al Comune con ritardo e questo provoca, a cascata, il differimento nel saldo  delle spettanze alle cooperative che si occupano del Welfare e di conseguenza il mancato pagamento degli stipendi.
    
    Il Sindaco ha ricordato come l'Amministrazione abbia evitato la chiusura degli Asili nido comunali decisa dalla precedente Giunta e si sia costantemente impegnata per garantire i diritti dei più deboli e dei meno fortunati, a cominciare dai migranti. E proprio su quest'argomento ci si è soffermati sul nodo dei minori non accompagnati: le somme devono essere versate per legge dallo Stato eliminando in futuro l'interposizione del Comune. Sono stati però accumulati considerevoli ritardi e l'Amministrazione si è impegnata a essere al fianco delle cooperative affinché ricevano quanto loro dovuto.
    
    "Dal canto nostro - ha detto il sindaco Bianco - abbiamo  già cominciato a versare le somme dovute alle cooperative sociali per i mesi di settembre e ottobre e pagheremo altri due mesi a giugno. Per completare entro due giorni i pagamenti della prima tranche è stato inoltre istituito un piccolo tavolo tecnico che ci consentirà di velocizzare al massimo le procedure". Il privato sociale svolge un servizio insostituibile dal servizio pubblico, sempre carente e disorganizzato su questo versante.



 
Aurora Pennisi
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo