Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento venerdì 9 dicembre 2016, 13:51

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

21 nuove notizie dal 08/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Venerdì 10 Giugno 2016
Emergenza rifiuti




Pietro Alongi,Vice presidente IV Commissione Ambiente Ars  

Palermo 10.6.2016 – Molte discariche siciliane sono strapiene di rifiuti e non possono contenerne altri;è una vera e propria emergenza che necessita di maggiore attenzione da parte del Governo Crocetta. I rifiuti potrebbero essere una risorsa reddituale se solo si attuasse un piano di recupero e smaltimento che invece di creare emergenze offrisse nuove opportunità di lavoro creando un indotto intorno al quale creare infrastrutture adeguate per risolvere il problema. L'esempio di efficienza ci vine da altri paesi europei che dei rifiuti hanno fatto un vanto per i metodi adoperati nello smaltimento e nel riciclo. Il problema in Sicilia è grave e deve essere affrontato subito e risolto, per questo la politica deve impegnarsi per trovare soluzioni adeguate che non scontentino nessuno, né i Comuni né l'ambiente che non può accogliere all'infinito ciò che produciamo come rifiuto urbano. Pietro Alongi, Vice presidente della IV commissione all’Ars ha affrontato il problema e chiede che il Governo decida e trovi soluzioni prima che il clima torrido estivo renda parte della Sicilia inospitale sia alla vista sia all'olfatto ma anche al decoro. «Siamo giunti al capolinea. L'emergenza rifiuti in Sicilia ha già messo in ginocchio Comuni e cittadini che stanno pagando un prezzo salatissimo per la mancata assenza di una adeguata programmazione sul tema delicatissimo della raccolta dei Rifiuti – ha affermato il Vice presidente della IV commissione all’Ars, on. Pietro Alongi -. Adesso basta, l'assessore Contrafatto venga in commissione Ambiente e spieghi il programma che il governo regionale intende mettere in campo per affrontare un'emergenza che sta strozzando l'economia siciliana a discapito di pochi che si stanno arricchendo grazie ad una emergenza che dura ormai da troppo tempo – ha continuato Alongi -.


L'assessore Contrafatto dica chiaramente di chi sono le responsabilità e indichi una medicina, anche amara, ma che faccia uscire la Sicilia da un'emergenza che sembrerebbe quasi voluta da poteri forti che va a discapito dei cittadini e serve a pianificare un sistema di illecito arricchimento – ha concluso l’onorevole Alongi -. Serve altresì fare chiarezza sulle sorti del personale del Coinres e di tutti gli impiegati di alcuni ex consorzi che nel passaggio non hanno trovato una giusta collocazione lavorativa».
 
Ida Cangemi
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo