Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento 2016-12-04 06:57:45

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

18 nuove notizie dal 03/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Martedì 14 Giugno 2016
750 mila euro per chiesa e convento di Sant’Antonio


Patrizio Cinque 

Bagheria (Pa) 14 Giugno 2016 - 750 mila euro. E’ questa la quota del finanziamento che riceverà il Comune di Bagheria per la Chiesa di Sant’Antonio.
    
    Sulla Linea di intervento B dei finanziamenti promozione di interventi di recupero finalizzati al miglioramento della qualità della vita e dei servizi pubblici urbani nei comuni della Regione siciliana,  è stato considerato progetto ammissibile e dunque finanziato quello relativo ai lavori di manutenzione dei prospetti della parte storica del convento e della chiesa di Sant’Antonio sita in via del Convento angolo via Serradifalco.
    
    “Si potrebbe dire Sant’Antonio ci ha fatto la grazia proprio nel giorno in cui lo festeggiamo – commenta il sindaco di Bagheria Patrizio Cinque – siamo soddisfatti per questo finanziamento che renderà felici una comunità di devoti molto popolosa”.
    
    Il bando cui partecipò il Comune di Bagheria risale al DDG 793 del 16.04.2015 pubblicato sulla G.U.R.S. n. 17 del 24/04/2015 con il quale si approvò appunto il bando pubblico per la predisposizione di un programma regionale di finanziamento per la promozione di interventi di recupero finalizzati al miglioramento della qualità della vita e dei servizi pubblici urbani nei comuni della Regione siciliana.
    
    La linea B di intervento nella quale rientra questo finanziamento è rivolta agli enti di culto e/o di formazione religiosa, o di assistenza e beneficenza, ricadenti in tutti i comuni della regione; il decreto regionale è il D.D.G. n. 1254 del 31 maggio.
    
    
    
    L'intervento è volto al recupero delle facciate del complesso conventuale, consistente nel risanamento delle murature danneggiate dalla presenza di umidità, nella cucitura di lesioni murarie, nel ripristino degli intonaci e di tutti gli infissi, oltre che al recupero dei prospetti laterali del corpo chiesa, alterati dagli interventi degli ultimi decenni.
    
    
    
    "La chiesa e il convento di S.Antonio costituiscono con il loro impianto la struttura periferica di un vasto quartiere. L'intero complesso religioso occupa ima superficie coperta pari a circa 1200,00 mq. Bisognerà "attraverso operazioni di dismissioni" recuperare i pochi elementi di pregio celati dai recenti intonaci - spiega l'assessore Fabio Atanasio - verranno sistemati i camminamenti all'interno del giardino retrostante e la pavimentazione dello spazio antistante il convento".



 
M.M.
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo