Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n░ 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento venerdý 2 dicembre 2016, 20:06

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dŔ Fiori - Roma )

43 nuove notizie dal 01/12/2016      
Login
Registrati
Catania - Giovedý 23 Giugno 2016
Piano di riequilibrio


Giuseppe Girlando,assessore al Patrimonio 

Catania 23 Giugno 2016 - Cosý l'assessore al Bilancio ha commentato la notizia del Decreto Legge con una variazione alle disposizioni della Legge di StabilitÓ sui Comuni in pre-dissesto come Catania. "Abbiamo solo due certezze: lo spostamento del termine al 30 settembre e che sulle modalitÓ di riformulazione del Piano avremo un definitivo chiarimento."
    
    
    
    "Per il momento, in attesa di leggere il testo del Decreto Legge sulla Gazzetta ufficiale, possiamo dire che ci sono soltanto due certezze: che il termine per riformulare il Piano di riequilibrio finanziario Ŕ stato prorogato dal 30 giugno al 30 settembre, e che sulle modalitÓ di riformulazione del Piano avremo un definitivo chiarimento".
    
    Lo ha detto l'assessore al Bilancio del Comune di Catania Giuseppe Girlando commentando la notizia che il Consiglio dei Ministri ha varato, nella seduta di lunedý scorso, un Decreto Legge comprendente anche una variazione alle disposizioni contenute nella Legge di StabilitÓ approvata il 28 dicembre del 2015 riguardo i Comuni che hanno dichiarato il pre-dissesto come Catania.
    
    "Nella seduta del 31 maggio - ha ricordato Girlando - nell'ambito del controllo semestrale del Piano di riequilibrio varato nel 2013 dal Comune di Catania, dalla Corte dei conti ci era stata segnalata, legittimamente, un'interpretazione restrittiva della legge di StabilitÓ sulla modifica del Piano: quella di non consentire interventi sulle previsioni sbagliate, riguardanti i tagli ai Comuni da parte di Stato e Regione e l'emersione di debiti fuori bilancio e passivitÓ potenziali. Noi sostenevamo invece che la volontÓ del legislatore fosse quella di consentire modifiche pi¨ ampie e avevamo sollecitato un intervento che chiarisse l'interpretazione della norma".
    
    "Attendiamo dunque adesso - ha concluso Girlando - di leggere il testo del Decreto Legge che sarÓ pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale".



 
A.P.
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n░ 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo