Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento lunedì 5 dicembre 2016, 20:20

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

23 nuove notizie dal 05/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Mercoledì 6 Luglio 2016
Ladha Nzuri - Fashion Food Equo E Solidale

Aperitivo bio + sfilata afro + laboratorio per bambini


 

Palermo, 6 Luglio 2016 - Mercoledì 13 luglio, alle ore 19.00, presso i locali di Qbio in via Camillo Randazzo 28 (traversa di via Terrasanta), si terrà la sfilata dei nuovi modelli della collezione Mani d’Africa, prodotti artigianali creati dall’incontro tra stilisti italiani e tanzani, e realizzati nella sartoria sociale di Pomerini in Tanzania nell’ambito dell’omonimo progetto di Tulime Onlus.
    
    In occasione della presentazione della nuova collezione Mani d’Africa potremo gustare insieme un delizioso aperitivo realizzato coi prodotti biologici di Qbio dall’ottima Cucina di Alù. Una serata in cui la qualità e il buon gusto, che contraddistinguono le creazioni moda Mani d’Africa e la bontà e genuinità dei cibi Qbio, incontrano la solidarietà: parte dell’incasso della serata contribuirà al finanziamento del progetto della sartoria sociale in Tanzania. Inoltre, durante la serata sarà possibile conoscere da vicino le attività di Tulime Onlus, promotrice del progetto Mani d’Africa, e i numerosi progetti realizzati in Tanzania e Nepal.
    
    Per i più piccoli è previsto la partecipazione a un laboratorio “goloso” gratuito dalle ore 17,30 alle ore 19,00 per viaggiare attraverso il senso del “gusto” di tutto il mondo.
    
    
    
    Mani d’Africa è un progetto che nasce nel 2006 con il fine primo di produrre prodotti artigianali e creare una rete commerciale sostenibile ed equa, fatta di saperi, esperienze, contatti, relazioni, in un’economia rispettosa della cultura e dei valori locali. Dalla collaborazione tra artigiani tanzani e italiani, dall’incontro di mani e colori diversi vengono creati prodotti unici, di qualità e sostenibili per l’uomo e per l’ambiente. Tutti i prodotti racchiudono il senso del lavoro manuale in Africa, del tempo ad esso dedicati, della concentrazione nella sua produzione. Mani d’Africa offre alla popolazione locale un lavoro autonomo e a Tulime Onlus di raccogliere fondi da destinare alla sostenibilità del progetto stesso e alla promozione di altre attività nei paesi Terzi in cui opera, generando una crescita economica a breve e lungo termine. Dal 2014 è attivo anche un corso che mira alla formazione di futuri sarti, rivolto alle giovani generazioni del villaggio di Pomerini, offrendo loro la possibilità di accrescere le loro competenze e possibilità.
    
    
    
    Qbio è una start-up nata dall’idea di avvicinare la città alla campagna, attraverso produzioni agricole sostenibili, artigianato alimentare e prodotti ecologici. Una rete nella quale far confluire le relazioni tra chi produce e chi consuma, creando una vera e propria community del biologico. Tutto questo grazie a una bottega e a una piattaforma web “costruita” su misura, dove è possibile:
    
    offrire e promuovere prodotti biologici di alta qualità, strettamente connessi al territorio da cui provengono, ottenuti nel rispetto del lavoro umano e dei ritmi della natura;
    
    scegliere e prenotare ceste bio con consegna a casa propria;
    
    avere in tempo reale notifiche dei prodotti in arrivo direttamente sui propri smartphone.
    
    Una sinergia, dunque, tra agroalimentare e tecnologia per rendere un servizio efficace a chi crede che quel che mangiamo è un po’ quel che siamo.
    
    
    
    Info e contatti
    
    Contributo partecipazione aperitivo+sfilata € 6,00
    
    Tulime Onlus: info@tulime.org- 091.217612
    
    QBIO: www.qbio.it | 0917790336 - 3896239614 | bottega@qbio.it
    
    
    
    
    
    Tulime Onlus, che in lingua swahili vuol dire Coltiviamo!, è presente in Tanzania, in Uganda e Nepal promuovendo tramite i suoi interventi i principi della “cooperazione di comunità”, quindi l’incontro fra territori e persone per conoscersi, arricchirsi reciprocamente in un continuo scambio di saperi ed esperienze; proponendo l’idea alternativa dell’adozione non dei singoli bambini, ma di interi villaggi; realizzando progetti in cui le comunità sono attori centrali dei processi di trasformazione, al fine di offrire un aiuto completo la cui sostenibilità nel tempo è basata sull’appropriazione, da parte della popolazione locale, delle risorse e delle conoscenze offerte. Ogni intervento non mira a lasciare qualcosa, ma a creare insieme qualcosa, affinché esso non sia basato sull'assistenzialismo, ma sulla ownership della comunità locale. Grazie all’impegno di volontari e sostenitori, l’associazione offre supporto all’agricoltura e all’allevamento, favorisce progetti di microcredito, di mercato equo-solidale per favorire lo sviluppo dell’artigianato locale, interviene a favore della salute delle comunità e delle persone, in particolar modo di coloro che sono affetti da disabilità ed albinismo. Tulime Onlus lavora anche nel campo della sostenibilità e tutela ambientale, della gestione delle risorse, dell’istruzione, sostenendo il sistema scolastico con l’erogazione di borse di studio, campagne di informazione e sensibilizzazione, la costruzione di scuole e il sussidio per le famiglie dei villaggi che accolgono gli orfani. L’associazione promuove programmi di Servizio Volontario Europeo dal 2012 ed è stata accreditata al Servizio Civile Nazionale da aprile 2014.
    
    Tulime Onlus si dedica anche al turismo consapevole, ai tirocini, alle tesi, agli stage, all'organizzazione di eventi, mostre, convegni e concerti con l'obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche che affronta nei suoi progetti.



 

 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo