Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento venerdì 2 dicembre 2016, 20:06

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

43 nuove notizie dal 01/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Mercoledì 13 Luglio 2016
Piano Aro di Carini:" Comune faccia rispettare legge e ditta Senesi rispetti atti gara a cui ha partecipato"


 

Carini (Pa) 13 Luglio 2016 - “Continuiamo ad assistere a comportamenti illegittimi da parte delle ditte aggiudicatarie del servizio di raccolta rifiuti, senza che nessuno intervenga”. Ad affermarlo sono i sindacati del settore per voce dei segretari provinciali di Fp Cgil Valerio Lombardo, Fit Cisl Alessandro Miranda, Uil Antonino Celano, Fiadel Luisa Milazzo, Ugl Alessandro Franchina, intervenendo sulla vertenza rifiuti nel palermitano, in particolare sulla vicenda del comune di Carini. “L’Amministrazione ha bandito per mezzo dell' Urega, l’Ufficio regionale per l'espletamento di gare per l'appalto di lavori pubblici~,  l’appalto per il servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti. Ricordiamo al comune, che l'unico  personale utilizzabile per queste attività  è quello che risultava in servizio alla data del 31 dicembre 2009 – aggiungono  - così come previsto dall'articolo 19 della legge 9 del 2010, la cosiddetta riforma del settore”. I sindacati dunque invitano il comune di Carini “in qualità di stazione appaltante, ad imporre alla ditta Senesi aggiudicataria del servizio l’utilizzo del  personale dipendente dell'Ato Pa1, quale unico avente diritto come prevede la stessa legge regionale. Ci risulta che ad oggi la ditta abbia iniziato il servizio utilizzando personale proprio.


Questo irragionevole provvedimento – commentano Lombardo, Miranda, Celano, Milazzo e Franchina - si pone in contrasto ad ogni presupposto normativo e procedurale posto a fondamento della gara d’appalto, mettendo a rischio gli attuali livelli occupazionali e nello stesso tempo creando nuovo precariato, tutto ciò nel silenzio assordante dell'amministrazione di Carini”. “Se nei prossimi giorni non sarà ripristinata la legalità sulla vicenda – concludono i sindacati - , non ci resta altro da fare che denunciare l'annosa questione alle autorità competenti ricorrendo dunque alle vie legali, per le tutele dei lavoratori”.
 
I.C.
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo