Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento lunedì 5 dicembre 2016, 20:20

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

23 nuove notizie dal 05/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Venerdì 15 Luglio 2016
"Mediterraneo: il mare che unisce”


 

Palermo 15 Luglio 2016 - Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l'assessore alla Comunicazione Gianfranco Rizzo ed il presidente della Consulta delle Culture Adham Darawsha hanno incontrato a Palazzo delle Aquile il Console di Tunisia Farhat Ben Souissi e Raffaele Bove, Medico veterinario dell'ASL Salerno, appassionato di kayak, che da anni collabora con la Fondazione MIdA sui temi della disastrologia veterinaria e promotore dell'iniziativa “Il Mediterraneo: il mare che unisce”. Erano presenti all'incontro anche il presidente della Società Italiana Medicina Veterinaria Preventiva, Antonio Sorice, il presidente della Lega Navale di Palermo Giuseppe Tisci ed il Consigliere di origini siciliane del 15° Distretto di Los Angeles, Joe Buscaino, in questi giorni in visita in Sicilia per la stipula di un accordo fra le Autorità portuali di Palermo e della Città degli Angeli . In rappresentanza del progetto "Mediterraneo il mare che unisce", Bove ha voluto omaggiare il Console di Tunisia, dello stendardo della Regione Campania, nonché di uno dei 6 kajak impiegati per la traversata da Agropoli a Palermo, volta a promuovere la salvaguardia della biodiversità, della dieta mediterranea e delle attività di pesca nelle coste tunisine, con l'impegno di concludere la traversata fino a Tunisi il prossimo anno. Il Console tunisino ha invece auspicato che l'anno prossimo la traversata riesca a trovare il suo naturale approdo in Tunisia. L'obiettivo originario, di raggiungere Tunisi, infatti, è stato rinviato a causa delle agitazioni e dei movimenti che turbano il continente africano, che hanno indotto i promotori a sospendere l'iniziativa per quest'anno. Sposando il progetto e sottolineando indissolubile legame che unisce Palermo, città mediorientale in Europa, punto di riferimento mondiale della cultura dell'accoglienza, alla Tunisia ed ai popoli del Mediterraneo Orlando ha voluto vergare la frase Radici comuni, ali e vele comuni! sulla chiglia del kayak che ha effettuato la traversata partita dalle coste di Agropoli il 25 giugno scorso con due barche a vela ed altri cinque kayak.


L'itinerario originariamente scelto aveva un forte connotato
    
    simbolico: incrociare le proprie rotte con quelle utilizzate dai
    
    profughi e restituire al mare, alla terra ed ai popoli il suo ordine
    
    naturale, invertendo la tendenza di una realtà fatta di odio e sangue.
    
    
    
    Dopo avere ringraziato la Canottieri e la Lega navale di Palermo per
    
    l'impegno profuso a sostegno dell'iniziativa, Bove ha donato ad
    
    Orlando una pagaia in cedro del Libano fatta da Aziz, un artigiano
    
    tunisino che vive ad Agropoli. Sarà uno strumento utile al Sindaco
    
     ha detto il medico fra il serio e il faceto per venire con noi in
    
    Tunisia l'anno prossimo.
    
    
    
     Il viaggio continua Bove - consente agli esperti presenti a bordo
    
    di realizzare un'approfondita analisi sullo stato di salute del Mar
    
    Mediterraneo e sulle tradizioni legate alla pesca ed alla dieta
    
    mediterranea con la collaborazione di esperti in food safety and
    
    security . L'iniziativa darà vita poi ad un documentario sulla fauna
    
    marina con protagonista la tartaruga Caretta caretta, animale in via
    
    d'estinzione.

 
DFaniela Carta
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo