Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento lunedì 5 dicembre 2016, 20:20

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

23 nuove notizie dal 05/12/2016      
Login
Registrati
Catania  - Sabato 16 Luglio 2016
Emergenza incendi, fiamme in diverse zone della città




Un mezzo della Protezione Civile Comunale 

Catania 16 Luglio 2016 - Non si pronuncia ancora la parola “incendio doloso” ma sulle cause accidentali ci si crede poco. Catania ha vissuto una giornata di fuoco che è divampato in diverse zone cittadine. Fiamme ed emergenza in diverse zone della città. Ore difficili a causa dei tanti incendi che si sono sviluppati nelle ultime ventiquattro ore. Il più esteso ha riguardato la zona del campo Roma di Zia Lisa, altri incendi sono scoppiati nei pressi dell'Oasi del Simeto, a Fossa Creta e persino all'intero della rimessa Amt di Pantano d'Arci. Roghi di minore entità sono divampati in altre zone della città.

Duro il lavoro di Vigili del Fuoco, Protezione Civile comunale, volontari, operatori del Comune e Forze dell'Ordine.
    
    Il sindaco di Catania Enzo Bianco si è voluto accertare personalmente della situazione e, accompagnato dal vicesindaco Marco Consoli, dal comandate dei Vigili urbani Pietro Belfiore e dal suo consulente per la Protezione Civile Salvo Consoli, si è recato in alcune delle aree interessate dagli incendi.

Il sindaco Bianco 


    
    Per quel che riguarda Zia Lisa, è stato attivato un presidio leggero, in coordinamento con i servizi sociali e le associazioni che hanno contatto con la comunità rom, per garantire pasti alle circa 300 persone evacuate e per provvedere al reperimento di alloggi di emergenza. Cosa, quest'ultima, che è stata rifiutata dalle famiglie rom che hanno preferito trovare alloggio presso altre comunità della medesima etnia dell'hinterland catanese.
    
    Il vicesindaco Marco Consoli e l'assessore Rosario D'Agata, mantenendosi in stretto contatto con il sindaco Bianco, dopo lo spegnimento dell'incendio da parte dei Vigili del Fuoco hanno fatto nella mattinata odierna un sopralluogo nel campo rom ormai deserto e messo in sicurezza.


    
    Salvo Consoli ha anche provveduto con la Protezione Civile ad effettuare un controllo nelle aree limitrofe all'incendio, compresa quella del Cimitero, nel corso del quale si è appurato che non esiste alcun pericolo per la popolazione.

Da sx:Consoli e D Agata 

I Vigili Urbani hanno in ogni caso attivato un presidio di sorveglianza.
    
    In buona sostanza la Protezione Civile ha diversi interventi anche con la motopala: nella ex scuola Ungaretti per la recrudescenza di un focolaio, all'interno del cimitero su richiesta dei Vigili Urbani, sulla tangenziale in prossimità dello svincolo di Misterbianco su richiesta dell'Anas, nell'Oasi del Simeto su richiesta del Corpo Forestale.
    
    Sull'origine degli incendi le autorità competenti preferiscono non pronunciarsi se prima non verranno effettuati tutti i controlli del caso. Comunque sia gli operatori della Protezione locale sia i Vigili del Fuoco sono stati all'altezza del compito e si sono rivelati molto efficienti.



 
Aurora Pennisi
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo