Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento 2016-12-04 15:48:31

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

22 nuove notizie dal 03/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Lunedì 25 Luglio 2016
Rotary:“No isctus no infarto screening program”


 

Palermo 25 Luglio 2016 – Si è tenuto nella Sala Magna del Complesso Monumentale di Palazzo Steri la presentazione del progetto di prevenzione sostenuto dal Rotary International “No ictus no infarto – Screening Program”, con la proposta di adesione ai venti club rotariani dell’Area Panormus. L’idea è quella di sottoporre a screening preventivo un certo numero di soggetti fra i 50 e i 65 anni ai quali chiedere di portare gli esami ematochimici di routine per valutare alcuni fattori di rischio. I soggetti interessati sarebbero sottoposti a raccolta anamnestica, visita medica, esame elettrocardiografico ed ecografico delle carotidi. Ogni anno le malattie cardiovascolari uccidono più di 4,3 milioni di persone in Europa. In Italia rappresentano ancora la principale causa di morte, essendo responsabili del 44% di tutti i decessi. In particolare l’infarto è la prima causa di morte nel nostro Paese, (con il 28% dei casi), mentre l’ictus è al terzo posto con il 13%, subito dopo i tumori.

Chi sopravvive a un attacco cardiaco diventa di fatto un malato cronico. La malattia modifica la qualità della vita e comporta notevoli costi economici per il paziente e la società. In Italia la prevalenza di cittadini affetti da invalidità cardiovascolare è pari al 4,4 per mille (dati Istat). Il 23,5% della spesa farmaceutica italiana (pari all'1,34% del prodotto interno lordo), è destinata a farmaci per il sistema cardiovascolare (Relazione sullo stato di salute del Paese, 2000).

 

Negli ultimi anni, però, la ricerca scientifica ha compiuto notevoli passi in avanti, offrendo ai medici nuovi strumenti per la prevenzione e cura di alcune delle malattie cardiovascolari più diffuse e mortali, come infarto, ictus e scompenso cardiaco.
    
    L’obiettivo del progetto è quello di fare una rilettura e una presentazione di alcune fra le più importanti linee guida in ambito cardiologico, proposte da docenti esperti nei singoli settori, al fine di informare sui fattori di rischio delle patologie in argomento. L'applicazione consapevole delle linee guida al mondo reale dell’assistenza medica, traduce in vantaggi concreti tutto ciò che il progresso scientifico ha reso disponibile, con ovvie ricadute positive sia sul singolo paziente che sull’intero sistema sociale ed assistenziale.
    
    E’ per questa ragione che il Rotary International mette in campo i migliori professionisti del settore, livello come il Prof.


Salvatore Novo, Past President del Rotary Club Palermo, quale coordinatore del progetto.
    
    Il Prof. Novo è Direttore del Centro di riferimento regionale per la diagnosi e la cura dello scompenso cardiaco.
    
    
    
    ngibiino@gdmed.it

 
Antonino Gibiino

 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo