Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento mercoledì 7 dicembre 2016, 12:28

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

36 nuove notizie dal 06/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Mercoledì 27 Luglio 2016
L’Arcivescovo di Palermo scrive a Nicolò Mannino


Lorefice, Mannino e Orlando 

Palermo 27 Luglio 2016 - L’illegalità affligge la nostra isola ma noi lavoriamo per la legalità. L’Arcivescovo di Palermo scrive a Nicolò Mannino. «Rientrando da Roma, dopo aver presentato e documentato il cammino culturale vissuto fino ad oggi, a esponenti dello staff di Presidenza al Quirinale, leggo con emozione la lettera (1) di Mons. Corrado Lorefice, Arcivescovo di Palermo verso il quale nutro affetto, stima, ammirazione e simpatia per il suo zelo nel diffondere la gioia del Kerigma Pasquale ovunque e comunque. Proprio alla luce di ciò ho voluto dedicare a Lui la 18esima cittadinanza onoraria conferitami il 23 maggio 2016 alle ore 18.00, dal Sindaco del Comune di Corleone Lea Savona. Un modo singolare, semplice ma fatto col cuore verso un “Pastore” che ama il suo popolo. Lo educa e lo serve con umiltà portando sulle sue spalle le speranze, le delusioni, i pianti, le aspettative e quanto di vero alberga nel cuore di ogni uomo e di ogni donna che abita in questa terra di Sicilia.

Le parole non scritte ma “incise” sul foglio dall’Arcivescovo di Palermo, ci offrono una riflessione non indifferente. Le stesse ci spronano a cooperare insieme a vario titolo al fine di svegliare le coscienze di chi non crede più nella legalità e spesso affida il proprio percorso di vita all’avventura diabolica del “tanto non cambia nulla”.

 

No, non è così: se al termine del giorno ogni uomo e ogni donna si mette dinnanzi alla sua coscienza e a Dio (al quale renderà conto dei propri silenzi - come amava ripetere Don Tonino Bello) e analizza le proprie azioni, comprenderà come essere “gocce d’acqua pulita” (leggi Madre Teresa di Calcutta) serve per dare vita all’oceano della trasparenza e dell’onestà. Questo messaggio di Mons. Corrado Lorefice lo mediteremo, ci rifletteremo e ripartendo a settembre con le iniziative culturali del Parlamento della Legalità Internazionale, sarà per noi fonte di coraggio e educazione alla preghiera». (Prof. Nicolò Mannino Presidente del Parlamento della Legalità Internazionale)
    
    (1) Palermo 14 luglio 2016. Egregio Signore, Ho ricevuto la Sua cortese lettera nella quale mi comunica di aver ricevuto la cittadinanza onoraria dal Comune di Corleone. La sua 18ª cittadinanza onoraria che intende dedicare a me, sia occasione per continuare l’impegno a diffondere la cultura della legalità presso le giovani generazioni.


L’illegalità, infatti, è la causa di molti mali che affliggono la nostra Isola e contrastarla significa continuare a sperare in una Sicilia migliore, meno vittima di malavita e più libera di sviluppare le proprie potenzialità. Mi valgo volentieri della circostanza per confermarmi con grati e cordiali saluti. (Corrado Lorefice Arivescovo)
    
    
    
    longo@gdmed.it

 
Giuseppe Longo
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo