Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento venerdì 2 dicembre 2016, 20:06

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

23 nuove notizie dal 02/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Sabato 30 Luglio 2016
Festa dell’Onesta’




Giusi Scafidi 

 
    
    Palermo 30 luglio 2016 - Brancaccio si aprirà alla città. La città sarà un tutt’uno con Brancaccio. Perché la festa "Festa dell'onestà", in programma il 3 settembre al Cassaro (nell'anniversario dell'omicidio del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, della moglie Emanuela Setti Carraro e dell'agente di scorta Domenico Russo) vuole ridare luce e dignità a quei quartieri troppo spesso etichettati negativamente.
    
    La Festa dell’Onesta nasce dall’iniziativa dell’associazione Cassaro Alto, con il contributo di ConfCommercio Palermo (main sponsor) e il patrocinio della Città metropolitana e del comune di Palermo, che co – organizza la giornata.
    
    Per questo motivo la manifestazione si svolgerà nel cuore del Cassaro, dove per anni visse e operò il Generale Dalla Chiesa formando una nuova generazione di militari dell’arma.  “Ma il Cassaro è anche il luogo dove per anni operò un’altra vittima della mafia – dice l’associazione Cassaro alto – cioè Padre Pino Puglisi, insegnante al lcieo classico Vittorio Emanuele II. Fu assassinato anche lui a settembre e le sue spoglie riposano nella Cattedrale”.
    
    “Ma adesso è giunto il momento di dire basta e di dimostrare che anche in quella periferia in cui beato Pino Puglisi operò e fu ucciso ci sono artisti, volontari e cittadini impegnati nel nome della legalità – dice il consigliere comunale e presidente della Quarta commissione consiliare Giusi Scafidi -  Per questo motivo ho voluto coinvolgere la protezione civile, la Misericordia, il Centro Padre Nostro, i Liberi artisti riuniti, la Rosa Gialla e la Corale femminile delle donne di Brancaccio, Brancaccio e musica”.
    
    Perché, continua Scafidi, il 3 settembre non deve essere una giornata triste. “Occorre ricordare ma anche far vedere alle nuove generazioni cosa abbiamo saputo fare con l’impegno civile e antimafia. Oggi muore la speranza dei palermitani onesti. È questa la frase detta anni fa. E oggi questa speranza deve rinascere. E ne mostriamo i frutti”.
    
    Per questo motivo, conclude Scafidi, è importante coinvolgere e rendere protagonista della giornata chi ogni giorno si impegna nel rispetto delle regole e per il bene collettivo.



 
C.S.
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo