Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento 2016-12-04 15:48:31

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

22 nuove notizie dal 03/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Sabato 13 Agosto 2016


Bagheria (Pa) 13 Agosto 2016 –  Sono state rese note recentemente le analisi del laboratorio mobile di Goletta Verde di Lega Ambiente che ha analizzato in 26 punti la costa tra il 4 e l’8 luglio, tutta la costa siciliana. Sebbene, come è noto, la Regione Sicilia, ha disposto che i Comuni dovessero emanare le ordinanze di divieto di balneazione per diverse città, le analisi di Goletta Verde salvano la frazione marinara di Aspra. Nello specifico, spiegano da Lega Ambiente, “la mancata depurazione continua a essere una delle maggiori minacce del mare siciliano: su ventisei punti monitorati da Goletta Verde ben diciassette presentavano cariche batteriche elevate, anche più del doppio dei limiti imposti dalla normativa, con un giudizio dunque di “fortemente inquinato”. Non è il caso di Aspra che secondo Goletta Verde appare nei limiti, quindi balneabile. Nel comunicato stampa di LegaAmbiente dove vengono citata tutte le spiagge e zone costiere inquinate infatti si legge: “Nei limiti gli inquinanti registrati a Sferracavallo a Palermo e in località Aspra a Gallodoro (effettuato di fronte al tubo di scarico). Quest’ultimo punto, va specificato, è stato segnalato più volte dai cittadini per la presenza di presunti scarichi in mare. Attualmente vige ancora un divieto temporaneo di balneazione emanato dal sindaco. Anche se nel prelievo di Goletta Verde - che ribadiamo essere puntuale e che fotografa la situazione di quel determinato momento – non sono state riscontrate cariche batteriche oltre la soglia consentita dalla legge, chiediamo al sindaco di attivarsi con l’Arpa Sicilia affinché vengano al più presto resi pubblici i risultati dei campionamenti eseguiti”. E l’Amministrazione risponde all’appello di Lega Ambiente lieta di comunicare alla cittadinanza che la costa asprese è balneabile e che i livelli rispettano i limiti. “E’ questo risultato frutto di un grosso lavoro fatto sul depuratore comunale sito nella frazione ad un anno dalla presa in carica del servizio di depurazione – spiega il sindaco Cinque – e anche per questo abbiamo preso in carico e abbiamo voluto fortemente la gestione diretta. Immaginiamo se i Comuni vicini, da Palermo ai Comuni che scaricano nel fiume Eleuterio migliorassero la loro depurazione come sarebbe ancora più bello il già cristallino mare di Aspra che potrebbe finalmente ambire a vivere di turismo balneare. Noi ce la stiamo mettendo tutta per ambire a tale risultato”.

Marina Mancini

 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo