Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento giovedì 8 dicembre 2016, 11:31

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

26 nuove notizie dal 07/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Giovedì 18 Agosto 2016
Cefalù:i lidi “Vietano l’ingresso alle borse frigo”


 

Cefalù (Pa) 18 Agosto 2016 - Le famiglie in questo periodo sentono tantissimo la crisi, e cercano sempre di risparmiare dove possono, a volte anche pagando si preferisce fare qualche piccolo sacrificio e andare negli stabilimenti , posti sicuri dove i figli si possono divertire in piena tranquillità , ma per fare questa scelta che può sembrare semplice, i genitori devono organizzarsi come degli “Rambo” per risparmiare , portandosi le classiche  borsette frigo, da casa infatti si preparano il cibo necessario per trascorrere una giornata al mare; ma ai gestori  dei lidi di Cefalù tutto questo “chiffari” da un po’ di fastidio, infatti lo scrivono in bella vista proprio come deterrente: “Vietato l’ingresso di borse frigo”; ma di fatto nessuna ordinanza comunale è stata mai diramata che bandisce dai lidi le borsette frigo.

Il mare di Cefalù è noto a tutti , un posto incantevole, ogni anno attrae un enorme flusso di turisti, questa bellissima cittadina si distingue per la grande rilevanza artistica, culturale e storica, per l’armonia del suo tessuto urbano , per la vivibilità e per i servizi offerti ai cittadini; ma se a Cefalù si vuole usufruire di un lido , dove a volte si può anche pagare una cifra abbastanza considerevole di 25 euro per un ombrellone e due lettini, il povero bagnante deve guardarsi bene , perché se al suo seguito ha una borsa frigo, diventa ad un tratto un alieno da cacciare via.

 


    
    E cosi può succedere che le famiglie dopo aver fatto tanti chilometri ,passando qualche ora immersi nel traffico , e dopo aver pagato anche il posteggio, si ritrovano finalmente felici di essere arrivati al tanto agognato lido con la loro bella borsetta frigo, ed è qui che nascono i guai ,qui scatta la vera delusione per tutta la famiglia che non riesce a comprendere del perché vengano trattati in malo modo e buttati di fatto fuori, e si  domandano se i gestori dei lidi possano dettare leggi così discriminatorie.
    
    Probabilmente ma questa è solo un ipotesi, ma nulla di certo, si preferisce allontanare le famiglie che si presentano con la borsa frigo, perché non è il target ideale a cui vendere i succulenti piatti che vengono cucinati, un territorio che vive di turismo come quello di Cefalù non dovrebbe dare questi segnali, l’accoglienza turistica deve essere una cultura di base, evitando storpiature.
    
    arduino@gdmed.it                                                               



 
Paolo Arduino

 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo