Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento lunedì 5 dicembre 2016, 20:20

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

23 nuove notizie dal 05/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Martedì 30 Agosto 2016
Dedico anche a te la mia laurea. Un giovane scrive a Nicolò Mannino


Enrico Riccardo Montone 

Palermo 30 Agosto 2016 - Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviata da Enrico Riccardo Montone al Prof. Nicolò Mannino. “Dedico anche a te la mia laurea”. Un giovane scrive a Nicolò Mannino. «Caro Nicola, per te ho solo parole speciali. Un “ti voglio bene” ma soprattutto un grazie. Un grazie per esserci sempre, un grazie per tutto quello che abbiamo fatto insieme. Tu resterai ai miei occhi quella persona che conobbi nel novembre del 2010: la sola capace di sostenermi a qualsiasi prezzo o condizione, in qualsiasi modo, a qualsiasi ora, in qualsiasi luogo. Fu emozionante: sei riuscito a coinvolgere un gran numero di studenti parlando di Falcone, Borsellino, Chinnici, Dalla Chiesa, catturando l’attenzione di tutti.

L’attenzione è la forma più rara e più pura della generosità, generosità che tu hai avuto parlando e confrontandoti con me subito dopo l’incontro e che mi ha portato a contattarti dopo un anno e mezzo, non appena conseguito il diploma.

Nicola Mannino 

Nicola, hai imparato a conoscermi, nel bene e nel male, nella buona e nella cattiva sorte, e adesso ti chiedo solo di capire queste poche parole che scrivo per te. Sei una delle persone più importante che io abbia. Una lettera per te mi sembra così poco rispetto a tutto quello che mi hai offerto… Tu, che per me sei sempre stato pronto a dare l’anima, che per me ci sei sempre stato, anche quando non ero io a chiedertelo, tu, che nella vita hai imparato a voler bene e a farti voler bene, tu, che sei la persona più importante che mai abbia conosciuto, tu, che a ogni ora del giorno riesci a far sorridere e riflettere molte persone con i tuoi eventi sulla legalità.

La legalità è ciò che ci ha legati e continua a legarci, anche ora che sono vicino alla laurea, alla tesi nella quale scriverò una dedica per te perché sai prenderti cura dei miei pensieri. Non so come dirti grazie, non ne ho i mezzi per renderti tutto quello che tu fai per me.

 

Basta solo un tuo sorriso, solo vederti, ascoltare le tue parole per un’Italia e un Mondo più giusti per risplendere dentro e fuori, per sentire quella felicità particolare, quando sai che non sei solo, e saresti pronto a metterci la mano sul fuoco per questo. Caro Nicola, spero che questa lettera sia importante per te almeno quanto lo è per me. Non è la lunghezza che conta, ma il pensiero che ho cercato, in poche righe, di mandarti. Non è solo un “grazie” o un “ti voglio bene”, è un regalo in onore di noi due, della nostra amicizia, di questo rapporto che spero non debba finire mai. Aspetto ancora ogni giorno un tuo segnale, perché l’emozione di vederti e ascoltarti non avrà mai fine, nemmeno dopo un milione di giorni poiché sarà sempre come il primo giorno che ti conobbi.


Con affetto, il tuo Riccardo.»
    
    
    
    longo@gdmed.it

 
Giuseppe Longo
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo