Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento 2016-12-03 12:51:06

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

26 nuove notizie dal 02/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Venerdì 9 Settembre 2016
Caos in via Crispi


La Colla (PD):"Orlando responsabile"



 

Palermo 9 settembre 2016 – Da oltre dieci giorni attraversare l'arteria principale di via Crispi che attraversa il porto è una impresa quasi impossibile se non ci si arma di buona pasienza. Giovedì mattina abbiamo percorso in macchina il tratto dal Foro Italico angolo via Archirafi sino all'Ucciardone, angolo via Enrico Albanese con cronometro alla mano. Il tempo di percorrenza è stato 18 minuti e 28 secondi. Il Comando della Polizia municipale soltanto due giorni fa ha messo la rimozione ai lati delle due carreggiate in via Crispi, nei giorni precedenti abbiamo ricevuto segnalazioni di automobilisti che per fare cento metri in quel tratto hanno impiegato 40 minuti.

La causa, prima dei lavori odierni, era attribuita ai controlli serrati e meticolosi alle agli autoveicoli in transito per imbarcarsi. Se da un lato le nuove misure antiterrorismo salvaguardano la nostra sicurezza dall'altro, però, l'Ente porto non ha smosso un dito per evitare che si formassero lunghe colonne di autoveicoli in attesa di imbarcarsi.

La Consigliera Luisa La Colla 

Come al solito siamo di fronte a scelte attuate dalle persone giuste al posto giusto. L'Ente porto avrebbe potuto gestire internamente all'area portuale la coda visto che le bvanchine dispongono di enorme spazio, invece...“In via Crispi c’è il delirio totale e la responsabilità del caos a cui sono costretti i palermitani ha un nome e cognome: Leoluca Orlando”. Non usa mezzi termini la consigliera comunale del PD, Luisa La Colla, a proposito dell’ordinanza che vieta l’accesso in porto ad auto e mezzi pesanti dai carichi Amari e Santa Lucia.
    
    “La scelta del Comune - ha affermato La Colla - sta esasperando la viabilità nella zona del Porto ed è l’ulteriore dimostrazione del superficialismo con cui Orlando e l’assessore Catania prendono decisioni prive di ogni logica: non era forse evidente che un altro cantiere, per via della contemporanea presenza di tanti altri con l’aggiunta dell’approdo delle navi da crociera, avrebbe paralizzato il traffico?”
    
    Inoltre, ha sottolineato la consigliera del PD, “è fastidioso l’atteggiamento superbo e arrogante del sindaco nei confronti dell’Autorità portuale, non dando seguito alle doverose richieste di chi ha sicuramente più cognizione degli itinerari di accesso al Porto.

Per di più, Orlando adesso rischia di dovere fare i conti con la doverosa reazione dell’Autorità portuale perché, se non si darà seguito alle richieste di rettifica dell’ordinanza da parte dell’Ente, ci sarà un più che legittimo ricorso giurisdizionale per far annullare l’ordinanza”.

 


    
    “Insomma - ha concluso La Colla - la Giunta è ancora una volta colpevole di disagi arrecati ai cittadini, privandoli della libertà di muoversi: una follia su cui vanno accesi i riflettori”.



 
Anna Maria Azzarito
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo