Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento sabato 3 dicembre 2016, 20:30

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

33 nuove notizie dal 02/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Venerdì 16 Settembre 2016
34° “International Symposium on Economic Crime”




 

Bagheria (Pa) 16 settembre 2016 -  E’ stata un’importante occasione per raccontare la storia artistica e culturale di Bagheria ad illustri esponenti di tutto il mondo quella che si è svolta dal  4 al 11 settembre, a Cambridge, il 34° “International  Symposium on Economic Crime”.
    
    Si tratta di un appuntamento che richiama giuristi, professori, economisti, avvocati e professionisti provenienti da 90 Paesi del mondo, per un totale di 600 relatori e 1600 partecipanti.
    
    A rappresentare Bagheria un concittadino: Stefano Insinga, che  ha partecipato quale  relatore,  durante la sessione plenaria  del Symposioum, intitolata “The initiatives that have been taken against mafia penetration of business and in particular financial institutions – an Italian perspective”, presieduta da Antonello Miranda, professore di Diritto Comparato e Preside della Facoltà di Scienze Politiche di Palermo.
    
    Il bagherese Stefano Insinga, ricercatore e collaboratore della cattedra dal 2007, ha analizzato le procedure per ottenere le necessarie autorizzazioni all’avvio di attività produttive nell’ottica del possibile concreto contrasto alla concussione e corruzione e della semplificazione delle procedure mediante individuazione di best praticses.
    
    A collaborare con il ricercatore universitario, l’assessore alle Attività produttive Alessandro Tomasello e Domenico Pipia,  responsabile dello Sportello unico telematico del Comune di Bagheria. Nella sua relazione  sono state analizzate le procedure previste dallo Sportello Unico Per le Attività produttive e i relativi risultati da Aprile 2014, momento di avvio dello stesso.
    
    Nella presentazione è stata raccontata la storia di Bagheria, delle sue ville e delle sue eccellenze, da Guttuso a Tornatore, passando per Ignazio Buttitta.
    
    Tra i fattori che ostacolano l’avvio di attività produttive, oltre alla burocrazia e al carico fiscale, è stato analizzato anche il pizzo, piaga che da decenni colpisce numerosi imprenditori. Ma in un’ottica di  cambiamento,  Insinga ha puntato l’attenzione sulle recenti retate,  denominate “ The Shopkeepers Revolt” che hanno portato all’arresto di 22 ricercati grazie alla denuncia di 36 imprenditori bagheresi costretti da anni al pagamento e al supporto di istituzioni e associazioni come “Addiopizzo”.
    
    Frutto della collaborazione sarà anche una futura convenzione che si siglerà tra il ricercatore, il professor Miranda e l’amministrazione comunale di Bagheria per collaborare su diversi settori.



 
Marina Mancini
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo