Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento 2016-12-04 15:48:31

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

22 nuove notizie dal 03/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Lunedì 19 Settembre 2016


Palermo 19 settembre 2016 – “Tutti i contratti dei precari dei comuni siciliani devono essere dichiarati a tempo indeterminato. La sentenza della Corte di giustizia europea del 16 settembre scorso (C 16/15) ha chiaramente proibito che negli enti pubblici si possano rinnovare ripetutamente i contratti a tempo determinato. A questo punto per i 15 mila precari siciliani si aprono le porte per la vera stabilizzazione. Il parlamento siciliano è obbligato a varare una legge per garantire il loro rapporto di lavoro con i comuni e per evitare che nella trasformazione del contratto possano venire intaccati i diritti quesiti in ordine alle ore di lavoro settimanali. In particolare va affrontato anche il tema del lavoro a tempo pieno che vedrebbe un impegno diretto in termini finanziari da parte degli Enti locali siciliani. Chiedo pertanto che il governo Crocetta affronti immediatamente la questione, dopo la recente sentenza, in maniera da presentare un disegno di legge all’Ars col fine di applicarla”. Lo afferma Vincenzo Figuccia, vice capogruppo di Forza Italia all’Assemblea regionale siciliana.

D.S.

 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo