Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento lunedì 5 dicembre 2016, 20:20

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

23 nuove notizie dal 05/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Venerdì 30 Settembre 2016
Confesercenti Palermo: “Rilanciare via Roma invertendo senso di marcia da via Cavour”


Mario Attinasi 

Palermo, 30 settembre 2016 – Commercio vuol dire mobilità accessibile, servizi ai cittadini ma anche agli automobilisti insieme ad una programmazione che tenga conto delle esigenze di chi vende e di chi compra. Spesso queste considerazioni sono scontate ma non è il caso di Palermo. Il commercio cittadino soffre, da anni, di scelte non sempre rispondenti ai reali bisogni degli operatori impoverendo, di fatto, il tessuto economico cittadino che ha perso strada facendo i nomi dei commercianti più prestigiosi che da anni operavano nel capoluogo. Confesercenti Palermo chiede alle istituzioni di rilanciare il centro storico, partendo da via Roma: per questo l’associazione guidata da Mario Attinasi, insieme ad alcuni commercianti e rappresentanti di movimenti civici, ha incontrato il sindaco Leoluca Orlando presentando un pacchetto di proposte che comprendono l’inversione del senso di marcia in via Roma, da via Cavour verso la Stazione; un piano parcheggi che comprenda quello dell’Ufficio Anagrafe di piazza Giulio Cesare e navette gratuite che colleghino il Foro Umberto I con via Roma e corso Vittorio Emanuele; potenziamento del bike sharing; misure fiscali ad hoc per l’affitto dei locali commerciali; eventi culturali; tre turni giornalieri di pulizia delle strade e dei marciapiedi; potature; wi-fi gratuito; nuova segnaletica e la domenica pedonale. “L’introduzione della Zona a traffico limitato rischia di rappresentare il colpo di grazia per un tessuto commerciale, quello del centro storico, già sfiancato dalla crisi e dalla presenza dei grandi centri commerciali che godono di servizi migliori – dice Attinasi - Ecco perché Confesercenti chiede a gran voce interventi immediati che risollevino le sorti di via Roma, unico grande asse del centro rimasto aperto alla circolazione, e di conseguenza quelle dell’intero centro storico trasformando la Ztl in una opportunità e non in una punizione”. Con Confesercenti, rappresentata da Mario Attinasi, Michele Sorbera, Aida Faraone e Vito Minacapelli, coordinatore di Ancestor Confesercenti, erano presenti Francesco Bertolino di ParteciPalermo e Pietro Muratore di Alab, sottoscrittori del pacchetto di proposte formulate insieme ai commercianti in occasione di una riunione dello scorso 8 settembre a cui hanno presto parte anche le associazioni Mobilita Palermo, Muovi Palermo, ParteciPalermo, Protezione Civile e Alab. “Via Maqueda è stata oggetto in questi anni di una grande e doverosa attenzione , tra l’altro condivisa pienamente da Confesercenti– conclude Attinasi – chiediamo la stessa attenzione per via Roma e le strade limitrofe, mettendo così un freno a un processo di desertificazione che rischia di impoverire tutta Palermo.


Questo cambiamento passa però da due punti fondamentali: attenzione al decoro e maggiore sicurezza. Altrimenti è inutile parlare di turismo”.
    
    “Bisogna riportare al centro del confronto questo tema da cui dipende il futuro di molti commercianti, nonché la stessa attrattività di aree a grande impatto turistico – dice Minacapelli – bisogna integrare la fruizione sostenibile di risorse diverse e combinare elementi come la disponibilità delle infrastrutture e dei servizi, l’accessibilità e la sicurezza dei luoghi, la regolazione delle imprese e della concorrenza, le competenze e la promozione turistica per rendere accogliente e competitiva un’area che assume una rilevanza determinante non solo per il ricco patrimonio storico e culturale che la contraddistingue, ma poiché si configura, attraverso la presenza della Stazione ferroviaria, come porta di accesso della città”.

 
Anna M.Azzarito
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo