Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento 2016-12-04 15:48:31

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

22 nuove notizie dal 03/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Martedì 4 Ottobre 2016
Selital: resta lo stato di agitazione permanente


 

Palermo 4 ottobre 2016 –Si sono riuniti in assemblea-sciopero i lavoratori di Selital per fare il punto dopo l’incontro al Mise di venerdì scorso, durante il quale l’unico dato di fatto certo è stato l’apertura del concordato preventivo per tutti gli stabilimenti del gruppo Selcom. Nessun'altra novità è emersa per gli stabilimenti di Castelmaggiore e di Carini. I lavoratori di Selital hanno espresso forte preoccupazione per il futuro dello stabilimento e della continuità occupazionale alla luce del fatto che, a quasi un mese dall’apertura del tavolo ministeriale, non si prospettano soluzioni concrete, anzi è cominciato a scorrere il tempo della procedura concorsuale. All’assemblea unitaria è intervenuto il sindaco di Carini, Giuseppe Monteleone: alle preoccupazioni di lavoratori e sindacati, il primo cittadino ha risposto annunciando per i prossimi giorni una riunione tra tutte le parti interessate, promossa dall' amministrazione comunale, per trovare soluzioni condivise e scongiurare la chiusura del sito.
    
    “La presenza del sindaco di Carini all’assemblea di ieri mattina è stato un fatto positivo. A lui, come all’assessore Mariella Lo Bello abbiamo chiesto di intervenire urgentemente affinché non venga consumata l’ennesima tragedia industriale ed occupazionale di quest’area industriale – dichiara Angela Biondi, segretario generale Fiom Cgil Palermo – Ci aspettiamo adesso che alle parole seguano i fatti e che questo avvenga in tempi rapidissimi. Quello di Selital a Carini è un sito strategico nella produzione di schede elettroniche per l’automotive e le telecomunicazioni, riconosciuto per professionalità ed è uno dei pochi ad avere ottenuto tutte le certificazioni per le sue produzioni. La causa di questa crisi non è da attribuire a mancanza di commesse ma è da ascrivere a una inadeguata gestione del cda del gruppo Selcom. Non è accettabile che alla fine siano comunque i lavoratori a pagare sempre il prezzo di tutto.” Rimane proclamato lo stato di agitazione permanente e le organizzazioni sindacali, unitamente alle Rsu e a tutti i lavoratori riuniti in assemblea, valuteranno nei prossimi giorni le ulteriori azioni da intraprendere in considerazione dei previsti incontri con le Istituzioni locali e del tavolo al Mise che si terrà l’11 ottobre.



 
I.C.
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo