Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento lunedì 5 dicembre 2016, 8:50

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

21 nuove notizie dal 04/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Mercoledì 5 Ottobre 2016
“Genius”:laboratori didattico formativi per bambini. La scienza a portata di mano


 

Palermo 5 ottobre 2016 – Attraverso percorsi guidati di esperienze ludico formative si coinvolgono i bambini avvicinandoli nell'affascinante mondo della scienza e della tecnologia. “Genius” è stato pensato proprio in questo ambito.
    
    Laboratori innovativi e di alto profilo, tenuti dai professori e ricercatori Iemest, nelle diverse discipline scientifiche ed umanistic”he.
    
    Un’offerta formativa ampia, organica, inedita ed esaltante, in cui l’apprendimento e la conoscenza si consolidano attraverso il gioco e magici esperimenti, la creatività e la partecipazione attiva dei bambini.
    
    “La missione del progetto – dichiara Bartolo Sammartino, Presidente IESMET - è ispirata dalla convinzione che la via maestra alla formazione integrale della personalità dei nostri figli richieda la capacità di dare loro idonei input culturali ed educativi.
    
    Questo è, quindi, il contesto in cui noi vogliamo operare attraverso il coinvolgimento delle mamme, dei papà e dei nonni, in favore di un’esperienza in cui il bambino viene delicatamente e giocosamente stimolato a conoscere, ad esplorare, ad ascoltare, ad analizzare ed accrescere le capacità critiche, a sviluppare l’apprendimento e con qciò che nasce dall’osservazione e dalla riflessione sulle cose “incontrate”, viste, ascoltate e vissute attraverso la loro intelligenza, a vivere, in altre parole, un tempo più pieno e divertente, in cui l’incontro con l’”altro” si presenta come opportunità di crescita e di amicizia. 
    
    I nostri Laboratori, sotto questo profilo, sono stati pensati per offrire una concreta alternativa alla relazione passiva che i bambini intrattengono con i programmi televisivi e al ruolo spesso incontrollato e pericoloso che occupa la TV nella loro vita, molto spesso veicolo di falsi messaggi e modelli condizionanti, che tendono a rendere più forte il valore del “relativo” e del “materiale” e ad azzerare il valore fondante del dialogo umano, etico e spirituale che il bambino spontaneamente intrattiene con il sapere e il mondo che lo circonda. 
    
    Tenuti per mano dai nostri maestri-ricercatori, anch’essi mamme e papà, i nostri bambini si addentreranno nel variopinto e magico mondo della conoscenza in modo tale da potersi ben equipaggiare di un ampio spettro di saperi.
    
    Ecco, dunque, l’opportunità di un’esperienza culturale, artistica e scientifica, capace di promuovere e rispettare il diritto dei fanciulli a vivere in un mondo che non sia loro ostile, ma che sia capace di accoglierli nella loro delicata e meravigliosa specificità esistenziale.
    
    Educare significa vivere insieme ai bimbi il tempo del gioco e delle sue regole, della scoperta, della conoscenza, della vita”.



 
Giovanni Prestigiacomo
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo