Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento sabato 3 dicembre 2016, 20:30

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

33 nuove notizie dal 02/12/2016      
Login
Registrati
Salerno - Lunedì 24 Ottobre 2016
Acerra ed Eboli col Parlamento della Legalità Internazionale: insieme per la vita


 

Eboli (SA) 24 Ottobre 2016 - Acerra ed Eboli col Parlamento della Legalità Internazionale: insieme per la vita. «Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco, rispettivamente Presidente e Vice Presidente del Parlamento della Legalità Internazionale per due giorni hanno fatto tappa nelle scuole di due grossi centri quali Acerra ed Eboli per confrontarsi con tantissimi studenti di ogni ordine e grado al fine di indicare strategie educative per una autentica “educazione alla legalità e cittadinanza attiva alla luce di un processo di integrazione”. Una festa alla vita, un inno alla speranza, un impegno senza “ma” e senza “se”. Ad accogliere Mannino e Sardisco ci hanno subito pensato un fiume di bambini e adolescenti dell’Istituto Comprensivo Statale di “Ferrajolo- Siani” ad Acerra, dove tutto è stato impeccabile e ben organizzato grazie a una dirigenza scolastica e uno staff di docenti che formano una famiglia che educa e abbraccia i sogni dei bambini e degli adolescenti.

A Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco è stata riservata proprio un’accoglienza di tutto rispetto, con un palco addobbato per cerimonie particolari con musica, poesie, canti e tanta voglia di un mondo più umano. Una mattinata di armonia dove tutti hanno compreso che legalità è bellezza, speranza, vita, armonia, impegno per un mondo a colori.

 

Nel pomeriggio poi tappa al Carcere (Castello) di Eboli. “Incontrare i detenuti - ha detto Nicolò Manninoi - ci ha dato ancor di più la certezza che abbiamo un grande debito con chi soffre e dobbiamo NOI pagarlo gioiosamente. Al Carcere di Eboli, con gli amministratori locali, il Sindaco e il Prof. Carlo Pacella (coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico del Parlamento della Legalità Internazionale) è stato presentato un interessantissimo progetto di recupero detenuti fine pena. Un fiore all’occhiello per il Parlamento della Legalità Internazionale che grazie a sindaci e amministratori sensibili come quelli di Eboli riesce a mettere speranza e dignità a un percorso fine pena del carcerato, preparandolo ad affrontare la vita che lo attende fuori in modo più sereno e umano alla luce del suo talento che lo vede a servizio della collettività.

A chiusura della due giorni non poteva mancare il bagno di folla e di altrettanta festa con i giovani studenti dei licei e istituti superiori di Eboli. Circa tre ore di confronto e di dialogo, di canti e di riflessioni dove gli studenti sono stati i veri protagonisti della giornata.

 

Al termine a Nicolò Mannino sono state consegnate tantissime lettere scritte dai giovani in platea e che l’Amministrazione Comunale si è impegnata a far diventare “Libro di Bellezza e di Speranza” da diffondere a Eboli e anche fuori città. “Non è tutto finito - dice Nicolò Mannino salutando prima che un aereo lo riporti a Palermo - qui la speranza e la certezza che si può cambiare pagina è già un fatto assodato. Speriamo che il cammino iniziato porti i suoi frutti e i grandi sappiano ascoltare il grido dei piccoli e dei giovani che desiderano un presente più umano e più vero”. Salvatore Sardisco aggiunge: “Questi dialoghi ci fanno comprendere che nel cuore di tanti studenti vi è la voglia di dire basta a ogni forma disumana di violenza e di indifferenza e che solo l’amore alla vita riesce a far germogliare in ogni uomo quell’albero di serenità e di pace che ci educa a sentirci parte di un creato che è già bellezza”».
    
    longo@gdmed.it



 
Giuseppe Longo
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo