Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento giovedì 8 dicembre 2016, 11:31

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

26 nuove notizie dal 07/12/2016      
Login
Registrati
Palermo - Martedì 25 Ottobre 2016
A Palermo un B&B ispirato alla Storia della Sicilia


 

Palermo 25 ottobre 2016 - L’ha chiamato Times Luxury Rooms, “Times” come le epoche (dall’inglese) che la Sicilia ha attraversato nel corso dei secoli. Si può pernottare in ambienti storicamente perduti, dai Fenici ai Romani, dagli Arabi all’Ottocento siciliano. Abbiamo chiesto al proprietario Marcello Palazzolo,classe 1986, che ne ha curato il design, di spiegarci cos’è e com’è nato. “Ho deciso di creare a Palermo un Affittacamere piuttosto diverso. Si tratta di una piccola attività, di sole 3 camere, ma curata in ogni dettaglio. Abbiamo la sala comune in stile Fenicio, per riprendere lo stile dei popoli che hanno popolato per primi la Sicilia stessa e che venivano dall’odierno Egitto, la camera in Stile Impero Romano che riprende i canoni di bellezza del I secolo d.C., la camera in stile Arabo, per indicare il periodo ottomano intorno all’anno 800 e infine la camera Barocca, con affreschi d’autore, per rappresentare l’età d’oro di Palermo e della Sicilia.


    
    Sarebbe corretto parlare di B&B / Museo?
    
    “Per certi versi alcuni dei pezzi di arredamento che ho usato appartengono alla tradizione storica della Sicilia, ad esempio una “stadera” di oltre 100 anni si è trasformata in un appendiabiti, con un tocco di eleganza retrò.

 

Prima di iniziare a costruire ogni stanza abbiamo fatto degli studi approfonditi e visto moltissime foto di musei che ci potevano essere utili. L’idea della camera Romana è venuta proprio dopo una visita a Pompei.”.
    
    Parlaci della tua esperienza come imprenditore: è stato difficile aprire un B&B?
    
    “Purtroppo molte, per così dire, “semplificazioni” in pratica sono oggi veri ostacoli per noi piccoli imprenditori che agiamo nella legalità. Una su tutte, l’ufficio SUAP di Palermo era prima accessibile da qualunque cittadino e invece ora è fruibile solo se sei un tecnico, con PEC e Firma digitale.

In totale, per via di lungaggini e burocrazia, ho impiegato 8 mesi per poter aprire. Un’eternità!”.
    
    Cosa pensi della concorrenza a Palermo e della ricettività in genere?
    
    “Penso che non si faccia abbastanza, penso che la classe dirigente dovrebbe somigliare un po’ a quella di Barcellona o Berlino.

 

Perché? Perché considero un cancro del nostro lavoro, al pari di quanto UBER è stato per i tassisti, siti web come AIRBNB che raccolgono strutture senza alcun tipo di autorizzazione, totalmente in nero e soprattutto pericolose per l’incolumità dei turisti, perché sprovvisti di certificazioni adeguate.”
    
    “Ci troviamo nella situazione – aggiunge Marcello Palazzolo – di avere più 1000 strutture ricettive accreditate su AIRBNB e solo 450 sono quelle regolari, accreditate dalla Provincia di Palermo. Rischiamo che l’opinione estera turistica della Sicilia sia affidata a strutture ricettive che non sono in grado di garantirne la qualità, a discapito poi di tutto il settore.


    
    Cosa vuoi consigliare ai giovani imprenditori che tentano di far parte di questo mondo?
    
    “Consiglio vivamente di mettersi in regola: non tanto per i turisti o per le tasse, naturalmente maggiori, ma per loro stessi.

 

Noi abbiamo avuto casi di danneggiamenti e atti semi-vandalici in struttura. Abbiamo fatto anche alcune denunce: non avremmo potuto alzare un dito se non fossimo stati in regola. Quindi lavorate nella legalità: farà bene a voi e alle vostre strutture ricettive. In bocca al lupo.”Viva il lupo!



 
Anna M.Azzarito
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo