Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento lunedì 5 dicembre 2016, 20:20

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

23 nuove notizie dal 05/12/2016      
Login
Registrati
Siracusa - Venerdì 28 Ottobre 2016
Domande per il Sostegno per l’inclusione Attiva (SIA)


 

Solarino (Sr) 28 ottobre 2016 - Dal 2 settembre è possibile presentare presso i Comuni di appartenenza e presso i CAF autorizzati, le domande per il Sostegno per l’inclusione Attiva (SIA), la misura messa in atto dal Governo nazionale tramite il Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali, per contrastare la povertà che negli ultimi anni sta interessando fasce sempre più ampie di italiani. Domande che consentiranno a chi possiede i requisiti, di poter ricevere un sussidio economico per migliorare la qualità di vita di tutte quelle famiglie che in questo periodo, vivono grossi disagi e difficoltà. A sottolinearlo è l’ex assessore alle Politiche Sociali del Comune di Siracusa, Rosalba Scorpo, membro del Movimento cittadino Solarino Network. Lo fa dopo aver constatato che molte famiglie solarinesi pur possedendo i requisiti per accedere al sostegno, non sono ancora a conoscenza di questa nuova misura di aiuto evidenziando come ci sia da sempre un deficit nell’informare da parte degli enti preposti correttamente la cittadinanza. Rosalba Scorpo, continua dicendo: sia io che gli altri membri di Solarino Network siamo più volte stati contattati da cittadini in difficoltà che chiedevano a noi informazioni in merito a possibili misure di aiuto e sostegno per alleviare la loro condizione di indigenza, per questo abbiamo invitato molti di loro a recarsi presso gli uffici comunali o presso i CAF autorizzati per valutare la possibilità di presentare o meno tale richiesta di aiuto o altre richieste. Siamo a conoscenza che l’Amministrazione ha pubblicato un avviso sul sito web del Comune e sulla pagina facebook, ma è sufficiente a raggiungere tutta la cittadinanza? Questo si chiedono gli esponenti di Solarino Network. A tal riguardo- prosegue- sarebbe auspicabile iniziare con un semplice comunicato stampa, sui principali quotidiani nostrani reperibili e consultabili ovunque ed in modo semplice, per far si che tutti possano avere conoscenza di cosa sia il SIA e in che modo accedervi. Sarebbe, inoltre opportuno, che tale informazione venisse comunicata attraverso nota scritta a tutte le famiglie note ai servizi sociali, in modo da raggiungere in modo capillare quante più persone possibili. Solarino Network, a tal proposito, oltre ad incoraggiare molte famiglie a presentare domanda, si è anche attivato attraverso una campagna informativa che prevederà la presenza di uno stand informativo nella piazza centrale del paese, il 30 ottobre, per divulgare un volantino informativo sulla richiesta SIA. Durante quella giornata, i membri del movimento si metteranno a disposizione della cittadinanza per informarli sulla misura governativa e indirizzare coloro i quali possano avere i requisiti a presentare domande presso gli uffici preposti.


Si tratta dell’erogazione di un beneficio economico, tramite la Carta Sia, alle famiglie in condizioni economiche disagiate, utilizzabile per l’acquisto di beni di prima necessità.
    
    Per godere del beneficio, il nucleo familiare del richiedente dovrà aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa sostenuto da una rete integrata di interventi, individuati dai servizi sociali dei Comuni in rete con gli altri servizi del territorio (i centri per l'impiego, i servizi sanitari, le scuole) e con i soggetti del terzo settore, le parti sociali e tutta la comunità.
    
    Siamo anche consapevoli che purtroppo, questa modalità di aiuto non raggiungerà molte delle famiglie in difficoltà, visti i ristretti parametri adottati dal governo nazionale, che consentiranno l’erogazione del beneficio soprattutto alle famiglie con più di 3 figli e isee pari a 0, impedendo a chi ha redditi esigui o quanto meno inferiori al minimo vitale di potervi accedere, ma siamo convinti che divulgare questa informazione sia un nostro dovere affinchè tutti possano quanto meno provare ad accedervi.

 
M.D.S.
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo