Giornale del Mediterraneo: Quotidiano d'Informazione

Anno XXVI - Registrazione Tribunale di Palermo n° 08 del 24.02.1990  Ultimo aggiornamento lunedì 5 dicembre 2016, 8:50

"IO DIRÒ LA VERITÀ"

(tratto dal primo dei sette costituti del filosofo Giordano Bruno 1548-1600 bruciato vivo come eretico a Campo dè Fiori - Roma )

21 nuove notizie dal 04/12/2016      
Login
Registrati
Napoli - Lunedì 28 Novembre 2016
Viviana 10 anni, scrive a Nicolò Mannino: “Sono al tuo fianco”


Viviana Grasso e Nicola Mannino 

Acerra (NA) 28 Novembre 2016 - Viviana 10 anni, scrive a Nicolò Mannino: “Sono al tuo fianco”. “Viviana è una bambina di 10 anni e vive in un paese dinnanzi al Vesuvio, terra napoletana. Ha saputo dalla mamma Floriana Nappi, docente presso un istituto comprensivo di Acerra, della visita del prof. Nicolò Mannino in terra Napoletana. Lei, da sola, presa dalla curiosità si è documentata su chi è Nicolò Mannino e che messaggio porta nelle scuole. Ne è rimasta subito catturata. Ha chiesto a mamma e papà che voleva conoscerlo presto. E mentre Nicolò Mannino arriva in aeroporto per ritornare a Palermo, lei si fa accompagnare a “Capodichino” proprio in aeroporto per un abbraccio e un autografo. Mamma Floriana è fiera della bella Viviana come pure papà. Viviana è vivace, educata, ma desidera comunicare quanto porta nel cuore. Incontra il prof. Nicolò Mannino e gli consegna una lettera, dove l’inchiostro è il “toc toc” del cuore... I genitori di Viviana, papà Mario e mamma Floriana ne autorizzano la divulgazione e la pubblicazione”.

«Caro Nicolò, io rimango ogni giorno più sbalordita e talvolta commossa dalle parole e dal messaggio che vuoi far arrivare a tutti ed è quello che c’è bisogno di pace, amore e serenità e non è possibile che le persone si comportino senza avere la minima considerazione del prossimo, qualunque siano le sue origini, la sua cultura e il colore della pelle.

 

Nel mondo ci sono ancora truffatori e ciarlatani e non mancano le corruzioni. Io vorrei con tutta me stessa che tutto ciò finisca. Ogni domenica in chiesa, al momento della preghiera libera, io prego che tutte queste cose brutte finiscano e ciò mi fa pensare a te. Allora mi chiedo: “Potrei mai diventare una grande donna come lo stupefacente Nicolò Mannino?” Vorrei tanto fare cose come te. Per esprimere la mia ammirazione per te posso dire che sei l’Alessandro Magno di oggi. Tu esprimi concetti come i diritti di tutti che vanno sempre, sempre rispettati e di non aver paura di esprimere e dire il proprio talento. Non ho mai conosciuto o sentito una persona più buona, gentile, antimafia e spettacolare. Sai cogliere i sentimenti dei ragazzi, li sai coinvolgere e dimostri una passione, una volontà e bontà d’animo verso tutti, verso te stesso e la professione che svolgi. Con le lacrime agli occhi, ripensando a tutto ciò che hai fatto e con un po’ di dispiacere per non aver ascoltato le tue parole dal vivo nelle scuole a cui hai fatto visita e pur essendoci visti un paio di volte, desidero dirti che sei la persona più straordinaria che io abbia mai conosciuto.


Forza Mannino! Lo griderò sempre, fino al mio ultimo respiro. Sei il mio grande idolo!!!» (Viviana Grasso).
    
    
    
    longo@gdmed.it

 
Giuseppe Longo
 
 
Commenti (0)


Per inserire un commento è necessario effettuare il login. Se non sei ancora un utente registrato clicca sul link Registrati in alto a destra.


 



Quotidiano regionale d'informazione
Anno: XXVI
Direttore Responsabile: Tonino Pitarresi
Registrazione Tribunale di Palermo: n° 08 del 24.02.1990
Editrice: Associazione Zed
Direzione, Amministrazione: Corso Camillo Finocchiaro Aprile, 165 - Palermo