Amministrative: Orlando fa il pieno con 24 consiglieri su 40 e tutti i presidenti di circoscrizione

0
662

La probabile composizione del nuovo Consiglio Comunale con i Consiglieri eletti

Palermo – A distanza di ventiquattro ore dalla chiusura dei seggi si delinea la nuova mappa della composizione del consiglio comunale che vede per la quinta volta Leoluca Orlando indossare la fascia di primo cittadino della quinta città metropolitana d’Italia.

Saranno 24 i consiglieri comunali che faranno parte della maggioranza del riconfermato sindaco Orlando che prende anche il premio di maggioranza, mentre nelle otto circoscrizioni fa l’en plein prendendo tutti i presidenti eletti nelle sue liste collegate.

I seggi si sono chiusi da poche ore, con una feroce polemica sui tempi di scrutinio che hanno costretto i presidenti e gli scrutatori ad una estenuante maratona di quasi ventiquattro ore a causa del riconteggio delle schede.

Nella conferenza stampa a Sala delle Lapidi, dove fa il suo ingresso trionfale, il neo eletto sindaco accompagnato dal fedelissimo Fabio Giambrone, è raggiante e inforca le dita indicando il segno di vittoria: “Questo è un successo senza precedenti nella storia di questa città, non abbiamo nessun alibi, non possiamo deludere i palermitani, da noi dipende una città migliore”. Queste le parole di Orlando davanti a una folla di giornalisti.

Poi il neo Sindaco snocciola una serie di impegni di cui si prende la responsabilità politica: la gestione pubblica di acqua e rifiuti, l’incremento delle linee del tram e le zone pedonali, piste ciclabili per almeno centro chilometri.

Poi lancia una stoccata agli avversari politici sconfitti: “C’è un evidente imbarazzo del Movimento cinque stelle e dei partiti chiusi negli apparati. Questa elezione ha contribuito a fare chiarezza, i cittadini hanno detto “no, grazie” alla mafia a Palazzo delle Aquile. La cultura mafiosa se sperava di avere una chanche è stata sonoramente bocciata. Il mancato ottenimento del 5% delle liste cuffariane è la conferma che il mondo è cambiato. Gli elettori hanno premiato l’esperienza di civismo politico, alternativa al ribellismo e alle logiche soffocanti degli schemi di partito”.

In chiusura della conferenza stampa Orlando fa un appressamento al nuovo consiglio comunale uscente, auspicando che il nuovo consiglio possa operare al di fuori delle collocazioni dei vari partiti. Uno schema che potrà essere riproposto nei prossimi appuntamenti elettorali alle regionali, affinché il prossimo candidato alla presidenza della Regione abbia il coraggio di dire “che il suo partito si chiama Sicilia”.

Vediamo infine quale sarà la probabile distribuzione dei seggi nel nuovo Consiglio Comunale, di cui 24 andranno alle liste collegate al Sindaco Orlando:

  • 5 consiglieri dovrebbero andare ai Democratici e Popolari: Francesco Scarpianto, Dario Chinnici, Carlo Di Pisa, Rosario Arcoleo e Giovanni Lo Cascio.

  • 5 consiglieri per il Movimento 139: Fabrizio Ferrara, Sandro Terrani, Totò Orlando, Paolo Caracausi e Valentina Chinnici.

  • 5 consiglieri per la lista Uniti per Palermo: Giovanni Inzerillo, Ottavio Zacco, Patrizia Milito, Valentina Caputo e Giuseppe Russa.

  • 5 consiglieri per Palermo 2022: Giulio Cusumano, Massimo Giaconia, Tony Sala, Francesco Bertolino e Mimmo Russo.

  • 4 consiglieri nelle fila di Sinistra Comune: Giusto Catania, Barbara Evola, Katia Orlando e Marcello Susinno.

Un altro seggio da assegnare in Consiglio in base ai resti del premio di maggioranza che di fatto rappresenta il seggio del sindaco eletto.

Sul fronte opposto sono 16 i seggi da distribuire fra le quattro liste sconfitte e che andranno all’opposizione: Movimento 5 stelle, Forza Italia, Coraggiosi e Palermo per Fabrizio:

  • 4 consiglieri al Movimento 5 stelle: Ugo Forello, Igor Gelarda, Giulia Argiroffi e Concetta Amella.

  • 4 consiglieri per Forza Italia: Giulio Tantillo, Sabrina Figuccia, Roberta Cancilla e Giuseppe Federico. 

  • 4 consiglieri per i Coraggiosi: Claudio Volante, Cesare Mattaliano, Giovanni Tarantino e Giovanni Randisi.

  • 4 consiglieri per Palermo con Fabrizio: Marianna Caronia, Elio Ficarra, Pietro Garonna e Alessandro Anello.

Di questi ultimi seggi ne andrebbe tolto almeno uno per fare spazio a Fabrizio Ferrandelli, ma per questo bisognerà attendere il pronunciamento ufficiale della proclamazione.

ngibiino@gdmed.it

Antonino Gibiino