Forzese:”Management Seus inadeguato”

0
356
Marco Forzese

 


Troppi dissservizi in gestione 118 e 112 con gravi rischi anche per
chi ricorre al soccorso sanitario

Palermo – “Troppe lacune si registrano attorno alla gestione del
servizio 118 con gravi rischi anche per coloro i quali ricorrono al
Numero unico di emergenza (Nue) per il soccorso sanitario. La
gestione della Seus appare basata sull’improvvisazione stante che in
questi giorni diversi autisti-soccorritori del servizio 118 stanno
chiedendo il cambio di mansione a causa di gravi disagi lamentati
dagli stessi. Inoltre nei turni delle ambulanze si registra una
carenza di personale aggravata dal fatto che circa 50 unità sono
chiamate a svolgere il servizio extra del 112. I lavoratori vengono
spesso chiamati a fare doppi turni aumentando il monte ore a costo
zero, senza riconoscimento dello straordinario, senza alcun rimborso
spese, con turni che sfiorano le 20 ore consecutive e con conseguenti
condizioni di stress che superano il limite della sopportazione.
Infine lo spostamento del CORE (Centro Operativo Regionale) da Catania
ad altre sedi ha determinato gravi disagi tra i lavoratori della sede
di Catania che lamentano spesso disservizi nella gestione dei turni
lavorativi e delle ferie con notevoli disagi che si ripercuotono sui
servizi offerti all’utenza. In particolare va segnalato un caso
avvenuto nella Provincia di Catania. Un uomo con un sospetto infarto
ha dovuto attendere oltre 40 minuti prima dell’arrivo dell’ambulanza.
Questo fatto assieme a tanti altri fa emergere le gravi lacune e le
inefficienze dell’attuale management della Seus e dei responsabili dei
servizi 112 e 118 che sembrano palesemente inadeguati a ricoprire tali
ruoli e ad organizzare il personale”. Lo afferma Marco Forzese,
capogruppo dei Centristi per la Sicilia all’Assemblea regionale
siciliana.

D.S.