Un Procuratore Capo in casa Parlamento della Legalità Internazionale

0
1510

 

Roma – Un Procuratore Capo della Repubblica in casa Parlamento della Legalità Internazionale. «Una salda intesa culturale a favore di quei valori che sanno di trasparenza, legalità, solidarietà, ma principalmente una grande stima e amicizia nata in regione Basilicata. E’ in questa cornice semplicemente vera che si uniscono idee e mani del Procuratore Capo della Repubblica di Lagonegro Vittorio Russo e Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco rispettivamente Presidente e vice Presidente del Parlamento della Legalità Internazionale. Il merito di questo incontro va dato al già sindaco del Comune di Episcopia, Biagio Costanzo, quando conferendo la cittadinanza onoraria a Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco ha voluto in prima fila il Procuratore della Repubblica Vittorio Russo. Da questo evento nasce una grande intesa culturale tra Sindaco, Procuratore della Repubblica e Parlamento della Legalità Internazionale. Gli “amici” si ritrovano insieme nell’affollato Palazzetto dello Sport a Nemoli in occasione del riuscitissimo incontro culturale con i giovani lo scorso sedici settembre dove i Rotary Club invitano Mannino e Sardisco a premiare i giovani che all’Esame di Stato hanno conseguito il meritato e sospirato “cento”. L’abbraccio affettuoso, sincero e di grande ammirazione tra il Procuratore e lo Staff di Presidenza del Parlamento della Legalità Internazionale è grande. Il Procuratore della Repubblica Vittorio Russo non ci pensa due volte a manifestare l’ammirazione verso il cammino culturale del Parlamento della Legalità Internazionale e accettando di far parte di questa grande famiglia (dove già ha trovato casa il Presidente del Senato Pietro Grasso in veste di Presidente Onorario, il Sottosegretario di Stato del Ministero della Difesa Domenico Rossi, il Vice Presidente della Commissione Lavoro  Pubblico e Privato della Camera dei Deputati Renata Polverini, Renato Cortese  Questore di Palermo, Mons. Michele Pennisi Arcivescovo di Monreale, guida spirituale del movimento e da giorni Vice Presidente della Conferenza Episcopale Siciliana, Paola Saraceni del mondo del Sindacato nazionale… e tanti altri ancora) assicurando: “Il tre novembre, in occasione dell’inaugurazione dell’Anno Accademico del Parlamento della Legalità Internazionale a Montecitorio sarà presente”. Cresce così la famiglia del Parlamento della Legalità Internazionale che ormai presente in diverse regioni d’Italia con diversi coordinatori culturali, si accinge a imbarcare oltre la Lombardia, la Toscana, il Veneto, il Lazio, la Puglia, la Basilicata, anche il Piemonte e la Calabria. La Sicilia molto presente. “Avere accanto una meravigliosa persona come Vittorio Russo, che è anche Procuratore Capo della Repubblica di Lagonegro ci incoraggia e ci entusiasmo poiché abbiamo vicino un uomo dello Stato – dice Nicolò Mannino – che negli anni Ottanta a Torino ha lottato il terrorismo con un grande Uomo di nome Carlo Alberto Dalla Chiesa”. Salvatore Sardisco sottolinea: “l’amicizia che si unisce agli ideali del Procuratore della Repubblica Vittorio Russo sono meravigliosamente forti perché rispondono alle esigenze dei giovani nostri grandi interlocutori: un mondo più vero e umano dove legalità e fraternità sono i pilastri del nostro agire e del nostro vivere”. In queste ore tante autorità del mondo Istituzionale, ecclesiale, del mondo del volontariato e del settore scuola stanno facendo registrare la presenza all’inaugurazione dell’Anno Accademico del Parlamento della Legalità Internazionale fissata per il tre novembre alle ore 15.30 nell’ampia Sala dei Gruppi Parlamentari a Montecitorio. E in molti giurano: “Anche questo sarà un successo come il Convegno Nazionale dell’8 e 9 settembre a Poggio San Francesco dove il Parlamento della Legalità Internazionale ha chiamato a raduno l’Italia intera. E tanti italiani, dalla Lombardia alla Sicilia hanno risposto con un forte “SI, Io ci Credo”».

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo