Bicentenario del fondatore dei Bahá’í

0
585

 

Palermo – Si celebra il 12 novembre con cerimonie in tutti i Paesi il bicentenario della nascita, avvenuta a Teheran, di Mírzá Ḥusayn ‘Alí di Núr, divenuto con nome di Bahá’u’lláh il fondatore della Fede Bahá’í, che è oggi diffusa in tutto il mondo. Alla sua morte, nel 1892, questa religione, che si caratterizza per la sua particolare mitezza, si espande attraverso la predicazione del figlio Abbás Effendi e del nipote Shoghi Effendi, sino a raggiungere oggi la cifra di circa otto milioni di fedeli. Tra i suoi principali fondamenti: l’unità nella diversità dell’intera umanità; l’unicità di Dio e della sua Rivelazione; la libera ricerca della Verità; l’armonia tra scienza e religione; la parità tra uomo e donna; l’adozione di una lingua ausiliaria universale; l’abolizione degli estremi di povertà e ricchezza: un tribunale mondiale per le controversie tra nazioni; la giustizia come principio d’azione fondamentale.

Info: bicentenario@bahi.it

Paolo Massimiliano Paterna