Brillante operazione dei Carabinieri del Comando di Trapani che catturano i tre evasi

0
543

 

La libertà? Una effimera illusione d’autunno!

Trapani – In tre erano evasi dal carcere di massima sicurezza di Favignana, probabilmente contando su complicità ancora del tutto da verificare, ma la loro voglia di riassaporare la libertà è stata infranta dalla brillante operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Trapani che sin dalla fuga, avevano predisposto serrate e minuziose indagini per arrivare alla cattura dei tre evasi. Si tratta dell’ergastolano Adriano Avolese, di Giuseppe Scardino che avrebbe scontato la pena detentiva nel 2032 e di Massimo Salvatore Mangione che sarebbe uscito nel 2032. Gli evasi hanno evidentemente potuto contare su appoggi all’interno dell’isola di Favignana e probabilmente si apprestavano a lasciarla perchè divenuta “calda” per la presenza delle Forze dell’Ordine. I Carabinieri, nel corso dei servizi di controllo del territorio predisposti dal Comando Provinciale di Trapani, sull’isola di Favignana e sulla terra ferma, per ricercare i tre uomini evasi dal carcere egadiano il 28 ottobre scorso, hanno individuato nella nottata i fuggitivi mentre cercavano di allontanarsi dall’isola.

Avolese e Scardino sono stati immediatamente bloccati dai Carabinieri, mentre Mangione riusciva momentaneamente a sfuggire alla cattura, venendo rintracciato poco dopo dai Carabinieri e dal personale della Polizia Penitenziaria giunta in ausilio ai militari dell’Arma.

Le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Trapani. Adesso i tre fuggitivi avranno molto tempo a disposizione e si potranno dare anche alla lettura. E’ probabile che classici come la “Fuga da Alcatraz” siano più indigesti da… leggere.

Luca La Scala