Per non dimenticare quei poliziotti che si sono sacrificati in nome della legalità

0
482

 

don Antonio La Licata, Cappellano della Polizia di Stato
A sx: il Prefetto, Nicola Diomede ed il Questore Maurizio Auriemma

Agrigento – Ogni momento della nostra giornata è fatto di scelte, consapevoli che siamo liberi di decidere. Forse ignoriamo che una parte consistente di questa libertà la dobbiamo a quanti, uomini e donne, delle Forze dell’Ordine hanno dato la propria vita per lottare il malaffare e le azioni illecite. A queste persone va il nostro riconoscimento, va tutta la nostra stima mista a ringraziamento perchè ci hanno lasciato qualcosa:credere nella legalità, perchè è solo con la legalità che si costruisce il futuro di ognuno e non attraverso scorciatoie prive di luce. Oggi, in occasione della ricorrenza della commemorazione dei defunti, presso la Questura di Agrigento, alla presenza del Prefetto, Nicola Diomede e del Questore Maurizio Auriemma, ha avuto luogo un momento celebrativo di preghiera in ricordo dei poliziotti che hanno perso la vita in servizio nell’adempimento del dovere e, più in generale, di tutti coloro che hanno sacrificato la loro esistenza in nome degli stessi altissimi ideali di legalità. Alla cerimonia erano presenti i poliziotti ed i dipendenti dell’Amministrazione Civile dell’Interno della Questura e dei Commissariati di P.S., i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali della Polizia di Stato e dell’Amministrazione Civile dell’Interno, nonché una delegazione dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato ANPS – sezione di Agrigento. Nel corso della cerimonia, dopo la deposizione di una corona di alloro da parte di due poliziotti in Alta Uniforme ai piedi della lapide posta all’ingresso della Questura ed intitolata ai Caduti della Polizia di Stato, ha avuto luogo la preghiera e la benedizione officiati dal Cappellano della Polizia di Stato, don Antonio La Licata.

L’occasione è stata propizia per presentare ufficialmente don Antonio, nel suo incarico di Cappellano della Polizia di Stato. Il prelato, dopo aver conseguito il Baccalaureato in Sacra Teologia presso l’istituto teologico “San Gregorio Agrigentino”, è stato ordinato sacerdote nel mese di maggio 2013; ha ricoperto l’incarico di vicario parrocchiale della Parrocchia San Lorenzo di Agrigento fino al mese di agosto 2015, quando ha ricevuto la nomina di Parroco della medesima Parrocchia.

In occasione della cerimonia si è registrata anche la prima uscita ufficiale del nuovo Presidente dell’ANPS – Sezione di Agrigento, Giuseppe Bruccoleri, Ispettore della Polizia di Stato in quiescenza che, durante il servizio, ha svolto gran parte del suo percorso professionale guidando l’Ufficio Economato della Questura di Agrigento. Per onorare coloro che sono caduti nel difendere la legalità è opportuno mantenere alto e diffondere sempre i valori del senso civico, solo così potremo contribuire a costruire una società di persone che credono nella legalità perchè credono nello Stato e nei valori che esso rappresenta.

Mauro Di Stefano